Moto2, Super gara di Enea Bastianini che chiude 7° il Gran Premio del Giappone

 Moto2, Super gara di Enea Bastianini che chiude 7° il Gran Premio del Giappone


Con la gara al Twin Ring di Motegi, in Giappone, Italtrans Racing Team archivia la prima tappa del trittico extraeuropeo.

Un weekend dai risvolti per positivi per la squadra, che dopo un sabato di qualifiche condizionato da forti scrosci di pioggia, oggi ha chiuso il Gran Premio con entrambi i piloti a punti.

Per Enea Bastianini è stata una gara tutta da incorniciare. Scattato dalla quarta fila in griglia con il 12° tempo registrato nelle Q2, al primo giro è transitato 17° a causa di un contatto poco dopo la partenza con Vierge. Giro dopo giro, Enea ha recuperato posizioni grazie ad un incredibile passo, con tempi uguali a chi stava invece lottando per il podio: al termine di una grandissima rimonta ha concluso 7° confermandosi ancora tra i migliori rookie della Moto2.

Gara a punti anche per Andrea Locatelli. Partito dalla settima fila il bergamasco ha condotto una gara costante guadagnando qualche posizione e concludendo 15°.
Italtrans Racing Team si sposta subito in Australia, sul Circuito di Phillip Island, dove il prossimo fine settimana affronterà il 17° round della stagione.

 ENEA BASTIANINI

“È stata una giornata positiva. Finalmente sento di aver ritrovato quella fiducia che mancava da qualche gara. Mi sono divertito perchè sono riuscito a fare dei bei sorpassi e ho tenuto sempre un buon ritmo, soprattutto negli ultimi giri. Veniamo via dal Giappone positivi e pronti per l’Australia!”.

ANDREA LOCATELLI

“Non sono contento della giornata. Da venerdì ho riscontrato problemi nell’uscita di curva e in ripartenza, e purtroppo non siamo riusciti a trovare una soluzione. È stata una gara sofferta perché ho mantenuto un passo lento. Speriamo di ripartire bene a Phillip Island”.

GIOVANNI SANDI, DIRETTORE TECNICO

“Garone di Enea. Ha messo in atto una grande rimonta girando con gli stessi tempi dei primi. Questo significa che archiviamo la gara di Motegi con un 7° posto, ma se non ci fosse stato il contatto con Vierge all’inizio della gara, avremmo sicuramente fatto podio”.

FRANCO BRUGNARA, CAPOTECNICO

“Nel warm up di questa mattina pensavamo di aver trovato buone soluzioni per la gara, ma purtroppo Andrea ha tenuto un passo costante senza riuscire a essere incisivo nella progressione. Abbiamo preso un punto, ma possiamo fare di più”.

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Avatar

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *