Motomondiale: Laguna Seca, Jorge Lorenzo, Pole e record della pista

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp

Protagonisti quasi scontati nelle qualifiche ufficiale del Red Bull U.S. Gran Prix a Laguna Seca, con Jorge Lorenzo, Yamaha Factory Racing, Casey Stoner, Repsol Honda Team, e il suo compagno di squadra Dani Pedrosa, che si sono dati battaglia fino all’ultimo secondo disponibile per conquistare la pole position. La spunta lo spagnolo della Yamaha con un giro perfetto nell’ultimo tentativo utile, fermando il crono sull’1’20″554, battendo il record di Casey Stoner fatto segnare nel 2008 di soli 7 millesimi.

Alle spalle dello spagnolo proprio l’australiano distanziato di un soffio, 74 millesimi, ma rallentanto da alcune moto più lente, episodio che si era ripetuto già nei giri precedenti proprio mentre Stoner stava migliorando il suo best. Alle sue spalle il suo compagno di squadra Dani Pedrosa che ha fatto esordire la nuova Honda RC213V con il nuovo motore e il nuovo telaio.

Aprirà la seconda fila Ben Spies, Yamaha Factory Team, autore di una brutta caduta che lo ha lasciato un po’ confuso per qualche minuto, a precedere le due Yamaha satellite del Team Tech3 di Cal Crutchlow e Andrea Dovizioso, che vincono il confronto con le Honda Clienti di Alvaro Bautista, Team Gresini San Carlo, settimo,  e di Stefan Bradl, LCR Team, nono, intervallate dalla Ducati ufficiale di Nicky Hayden.

Incredibilmente negativa la qualifica di Valentino Rossi, Ducati Team, decimo a quasi due secondi, con la CRT di Randy De Pugnet alle sue spalle a soli 342 centesimi, inefficace quindi la strategia del motore meno perfomante portato qui da Ducati, che ha prodotto gli stessi risultati raggiunti fino ad ora.

Grossi problemi per il rientrante Karel Abraham, Ducati AB Cardion, solamente 14esimo, e per Toni Elias, che sostituisce Hector Barberà infortunato, in 17esima posizione.

 

Griglia di partenza Red Bull U.S. Laguna Seca

 

01- Jorge Lorenzo – Yamaha Factory Racing – Yamaha YZR M1 – 1’20.554
02- Casey Stoner – Repsol Honda Team – Honda RC213V – + 0.074
03- Dani Pedrosa – Repsol Honda Team – Honda RC213V – + 0.352
04- Ben Spies – Yamaha Factory Racing – Yamaha YZR M1 – + 0.540
05- Cal Crutchlow – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 0.714
06- Andrea Dovizioso – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 0.985
07- Alvaro Bautista – San Carlo Honda Gresini – Honda RC213V – + 1.178
08- Nicky Hayden – Ducati Team – Ducati Desmosedici GP12 – + 1.180
09- Stefan Bradl – LCR Honda MotoGP – Honda RC213V – + 1.199
10- Valentino Rossi – Ducati Team – Ducati Desmosedici GP12 – + 1.990
11- Randy De Puniet – Power Electronics Aspar – ART GP12 – + 2.332 (CRT)
12- Aleix Espargaro – Power Electronics Aspar – ART GP12 – + 2.521 (CRT)
13- Colin Edwards – NGM Mobile Forward Racing – Suter BMW – + 3.145 (CRT)
14- Karel Abraham – Cardion AB Motoracing – Ducati Desmosedici GP12 – + 3.150
15- Yonny Hernandez – Avintia Blusens – BQR MotoGP – + 3.215 (CRT)
16- Michele Pirro – San Carlo Honda Gresini – FTR Honda MGP12 – + 3.323 (CRT)
17- Toni Elias – Pramac Racing Team – Ducati Desmosedici GP12 – + 3.344
18- Mattia Pasini – Speed Master Team – ART GP12 – + 3.463 (CRT)
19- Danilo Petrucci – CAME Iodaracing Project – Ioda TR003 – + 3.673 (CRT)
20- Ivan Silva – Avintia Blusens – BQR MotoGP – + 4.006 (CRT)
21- James Ellison – Paul Bird Motorsport – ART GP12 – + 4.161 (CRT)
22- Steve Rapp – Attack Performance – Attack Performance APR – + 6.333 (CRT)

 

 

Emanuele Bompadre

 

 

[nggallery id=216]

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp

Never miss any important news. Subscribe to our newsletter.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Never miss any important news. Subscribe to our newsletter.

Recent News

Editor's Pick