Inzaghi: “Niente drammi, testa al futuro”

 Inzaghi: “Niente drammi, testa al futuro”


“Gli episodi quest’oggi ci sono stati sfavorevoli, ma dovevamo fare di più. Potevamo passare in vantaggio nel primo quarto d’ora di gioco, mentre nei minuti successivi avremmo dovuto dare di più. Serviva più attenzione sui tre gol che sono scaturiti da calci piazzati: abbiamo perso meritatamente ed ora sarà giusto analizzare questo derby. Siamo delusi soprattutto per la nostra gente che sappiamo quanto tenesse alla stracittadina. Ora dobbiamo guardare la nostra classifica, che resta buona, e concentrarci sulle prossime gare. Giovedì affronteremo il Francoforte in Europa League, mentre domenica prossima ce la dovremo vedere con la Fiorentina allo Stadio Olimpico. Dobbiamo andare avanti senza fare drammi, anche se la nostra gente non sarà felice. Gli episodi non sono stati a nostro favore, ma dovevamo fare di più.

Milan Badelj e Lucas Leiva hanno fatto molto bene insieme: avevamo raggiunto la parità meritatamente ed avevamo il pallino del gioco in mano con loro in campo. La Roma è stata più cattiva ed ha badato più al sodo. Siamo stati padroni del gioco con Leiva e Badelj in cabina di regia insieme: peccato aver incassato la rete del 2-1 a due minuti dal pareggio di Immobile, altrimenti sarebbe cambiata l’inerzia della gara. Sulla rete di Kolarov la barriera si è allungata con due calciatori giallorossi che si sono aggiunti e Strakosha, in questo modo, non è riuscito a veder partire la sfera”.

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Alfredo Di Costanzo

Alfredo Di Costanzo

http://www.iltabloid.it

Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *