JORGE LORENZO 10: Il maiorchino regala magnifiche desmodromiche martellate e vince, così, la seconda gara di seguito. Quando pennella in questo modo tra i cordoli, agli avversari non resta che ammirare. Il campionato ritrova un fenomeno mentre la Ducati continua nelle scelte non fenomenali. Vamos!

 

MARC MARQUEZ 9: Gli bastano 5 tornate per comprendere che contro Lorenzo non c’era nulla da fare. Usa la testa e porta a casa, così, 20 preziosissimi punti che gli permettono di allungare in classifica. Intelligente!

 

VALENTINO ROSSI 8: Continua ad essere il pilota Yamaha più veloce, anche se lontano anni luce da chi si gioca la vittoria. Chiede alla casa dei 3 diapason di essere più incisiva, ma dimentica che a guidarne lo sviluppo è proprio lui. Ottimo e abbondante!

 

CAL CRUTCHLOW 7,5: Chiude a 10 secondi dal vincitore ma davanti ad una Honda ufficiale. Tutto sommato la sua è prova positiva. Bravo!

 

DANI PEDROSA 6: Parte bene ma chiude indietro non solo al teammate ma anche ad un privato. In ombra!

 

MAVERICK VINALES 5: Che fine ha fatto il pilota che più volte ha impensierito Marquez? Sembra non essere più lui. In discesa!

 

ANDREA DESMOCASCODOVI 4: Forse è una coincidenza, ma da quando ha rinnovato come prima guida delle rosse di Borgo Panigale, il forlivese da quasi campione si è trasformato in pilota normale, propenso agli errori. Urge un cambio di rotta, anche rapido. Forza!

 

DUCATI: Veloce in pista poco geniale nella scelta dei piloti.

 

HONDA: Se non fosse per San Marc, non sarebbe lì.

 

YAMAHA: Ancora lontana.

 

SUZUKI: Lontana.

 

KTM: Troppo lontana.

 

APRILIA: Lontanissima.

 

GARA: Un pizzico noiosetta.