Jerez: in terra di Spagna vince ancora Sofuoğlu, Gaggi dedica la gara a Dean Berta Viñales

 Jerez: in terra di Spagna vince ancora Sofuoğlu, Gaggi dedica la gara a Dean Berta Viñales


E’ iniziato nel migliore dei modi il weekend di Bahattin Sofuoğlu nel WorldSSP300. Già velocissimo nelle prove libere del venerdì, in cui aveva ottenuto il miglior tempo in entrambe le sessioni, nella Superpole di sabato si è classificato secondo a due decimi dalla pole-position.

Unico a scendere sotto la soglia dell1’53, ha battuto il proprio riferimento dello scorso anno (1’53.654). Marco Gaggi, trentaseiesimo nelle prove libere in 1’55.514, in Superpole non è andato oltre la trentatreesima posizione, con il tempo di 1’54.256.

In Gara1, Bahattin ha colto il terzo posto finale, in una manche molto combattuta, con scambi di posizione in testa fino alla fine

Pur mostrando chance di vittoria, la gara è stata interrotta con bandiera rossa, per il drammatico incidente in cui Dean Berta Viñales ha perso la vita. Partito per recuperare posizioni e scalare il gruppo, Marco non è riuscito nell’impresa. Rimasto imbottigliato nel secondo gruppo di piloti, ha faticato a trovare il ritmo giusto, fino allo stop, che ne ha vanificato la rimonta. Dopo quanto accaduto, le attività di sabato 25 settembre sono state cancellate, ma nel tardo pomeriggio, gli organizzatori hanno, di comune accordo con piloti e squadre, deciso di procedere con il programma del giorno seguente.

In Gara2, Sofuoğlu ha ottenuto una vittoria di misura

Scattato bene al via, il turco ha percorso i primi giri, immerso nella lotta con i piloti di testa. Capace di trovare il giusto ritmo, invece di farsi risucchiare dalla bagarre, all’ottavo giro, ha inferto lo strappo decisivo per balzare in testa e prendere il largo. Senza farsi raggiungere dagli inseguitori, ha mantenuto il vantaggio di tre secondi e tre decimi fino all’arrivo.

“Appena partiti, avevo due o tre piloti davanti e ho cercato di marcarli per non farli scappare. Passato in testa, ho provato ad allungare e dopo qualche giro ci sono riuscito. Ho mantenuto il distacco dagli altri piloti, finendo la gara con tre secondi e tre decimi di vantaggio. Un bilancio positivo per me e per il team che ringrazio per aver lavorato molto bene” Bahattin Sofuoğlu
Seconda manche simile alla prima per Marco che, recuperando molte posizioni, si è cimentato in una gara di gruppo. Girando con lo stesso passo dei primi, è risalito di dodici posizioni, finendo ventunesimo.

“Un weekend difficile per tutti. Abbiamo corso per Dean e sono contento di averlo fatto. In questo caso i risultati passano in secondo piano. Ci vediamo a Portimao più carichi e ancora più forti per Dean” Marco Gaggi
In un clima surreale, questi risultati sono solo la conferma dell’ottimo lavoro svolto dai ragazzi del team che, ancora scosso, si stringe in un sentito abbraccio ai familiari e alla squadra di Dean. L’appuntamento è per il weekend, 1-2-3 ottobre a Portimao, con l’ultimo round del WorldSSP300.

var url206125 = “https://vid1aws.smiling.video//SmilingVideoResponder/AutoSnippet?idUser=1161&evid=206125”;
var snippet206125 = httpGetSync(url206125);
document.write(snippet206125);

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Alfredo Di Costanzo

http://www.iltabloid.it

Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *