Due equipaggi Movisport nella top ten del mondiale WRC-2, la categoria riservata alle vetture R5. Sono Nikolay Gyazin/Yaroslav Fedorov e Fabio Andolfi/Emanuele Inglesi, pronti ad affrontare al meglio il finale di stagione dopo le belle performance fornite lo scorso fine settimana in Galles, terz’ultima prova del torneo iridato.

Entrambi hanno regalato emozione, al sodalizio reggiano, con il risultato migliore fornito da Andolfi e Inglesi, gli ufficiali ACI TEAM ITALIA supportati da Motorsport Italia.

Il 26enne pilota savonese, con il copilota frusinate, sulla Skoda Fabia R5 di Motorsport Italia gommata Pirelli l’ultima tappa, ha chiuso la sua prestazione nelle lande gallesi al quinto posto tra le vetture del campionato satellite del Wrc.

Le dichiarazioni di Andolfi

“Siamo contenti di aver finito perché abbiamo comunque portato a casa punti importanti – ha detto alla fine Andolfi -. Peccato, il feeling giusto non è mai arrivato, noi abbiamo da parte nostra fatto il massimo con quello che avevamo a disposizione. Sappiamo bene quanto sia complicata questa gara, in cui le Pirelli K8 ci hanno supportato benissimo.

Non siamo riusciti però a ottenere di più nonostante l’impegno che ci abbiamo messo, ma comunque non dimentichiamoci che mancano ancora due gare alla fine del campionato Wrc 2, che è sempre aperto. Siamo 32 punti dietro Loubet che non andrà in Australia, i giochi restano quindi ancora aperti, ora però dobbiamo assolutamente fare risultato al Catalunya per rientrare nei giochi”.

Andolfi, da ottavo in classifica provvisoria di Campionato che era ha fatto un deciso passo avanti, essendo adesso sesto a soli quattro punti dal quinto, il boliviano Marco Bulacia.

Stessa lunghezza d’onda per Gryazin, con la Fabia R5 di SRT, però al debutto in Galles, una condizione che certamente è stata un avversario in più. Il pilota russo, che non aveva nominato la gara britannica come quelle per prendere punti mondiali, ha finito in quinta posizione di classe RC2, ritenendosi soddisfatto dell’esperienza acquisita. Gryazin, prima di affrontare la prossima gara iridata in Catalunya, occupa la quarta posizione provvisoria in campionato.

Grande prestazione, invece, per il toscano di Lucca Rudy Michelini, che interrotto (ad una prova dal termine) il Campionato Italiano per motivi di tempo legati al lavoro, si è presentato al via del 40° Rally Città di Pistoia con la grande novità della VolksWagen Polo R5 di PA Racing, nuovo arrivo nella struttura bergamasca.

Michelini, pur con tutte le incognite del caso, quelle appunto della prima volta al volante della “tedesca”, assecondato da Michele Perna, ha vinto senza troppo affannarsi, confermando la propria forza, firmando anche il poker di successi nella competizione pistoiese ma soprattutto dichiarando di aver trovato subito un grande feeling con la vettura tedesca, che userà di nuovo tra dieci giorni in Maremma.

Presenza anche al Rally del Sebino, in Lombardia, con Giovanni e Albrecht Baruffa su una Peugeot 208 R2B. Il giovane, classe ’98, era alla sua seconda gara stagionale, in cerca del riscatto dall’incidente sofferto al Rally 1000 Miglia. Ed il riscatto lo ha fatto suo, finendo 11° di classe.