MotoGp, Montmelò: le qualifiche dell’Aprilia

 MotoGp, Montmelò: le qualifiche dell’Aprilia


Le condizioni di grip sulla pista catalana del Montmelò non sono migliorate durante la seconda giornata di prove, complici temperature che nel pomeriggio hanno raggiunto i 50 gradi sull’asfalto. Per i piloti Aprilia si è trattato quindi di lavorare in ottica gara, sulla scelta degli pneumatici e del setup migliori per i 24 giri di domani.

Le FP4, sessione più indicativa da questo punto di vista, hanno visto Andrea e Aleix partire entrambi con gomme usate, mostrando un ritmo piuttosto costante sulla distanza. Bradley ha invece valutato le due soluzioni, morbida e media, al fine di raccogliere la maggiore quantità possibile di informazioni.

Purtroppo la qualifica non ha portato i risultati sperati, con Aleix che si deve accontentare della sesta fila e Andrea costretto ad abortire la seconda uscita a causa di un problema tecnico al ride-by-wire della sua RS-GP. Si preannuncia quindi una gara in rimonta per il terzetto Aprilia, alla caccia di un piazzamento nei migliori 10.

ALEIX ESPARGARO’

“Oggi ho dato tutto quello che avevo, ma non è stato possibile fare di più: la posizione di partenza non ci soddisfa, è evidente, ma nelle FP4 sono riuscito a completare ben 22 giri con la gomma posteriore più soffice, mantenendo un buon passo. Se riusciremo a tenerlo in gara potremo lottare nuovamente per la top ten: sarà una gara difficile per tutti, molto fisica, con poco grip sull’asfalto e alte temperature. In queste condizioni so che potremo essere competitivi nel finale, quindi andrò all’attacco sin dal primo giro”.

ANDREA IANNONE

“Nelle sessioni di oggi sono riuscito a trovare un buon feeling, compatibilmente con le nostre aspettative. Mi sono avvicinato molto ad Aleix, che è comunque un riferimento vista l’esperienza con questa moto, specialmente nelle FP4 disputate in configurazione gara. Valutando il mio ritmo credo che oggi fosse ragionevole puntare alla top-15 in qualifica, una posizione che ci avrebbe sicuramente reso la vita più facile in gara. Purtroppo la sfortuna si è messa di mezzo, la moto si è spenta in pitlane e quando sono uscito con la seconda moto ormai era troppo tardi. Ci toccherà lottare anche domani, proveremo a partire bene e recuperare quante più posizioni possibile”.

BRADLEY SMITH

“Oggi dal punto di vista delle prestazioni è stata una buona giornata. La situazione per quanto riguarda le gomme è ancora un po’ complicata, molti piloti sembrano orientati alla morbida posteriore ma la scelta non è così chiara. Noi soffriamo ancora in accelerazione, specialmente quando l’asfalto si scalda, ma nel complesso ho un buon feeling. Ora analizzeremo i dati di tutti e tre i piloti, abbiamo già qualche idea da provare nel warmup”.

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Alfredo Di Costanzo

Alfredo Di Costanzo

http://www.iltabloid.it

Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *