Sta per concludersi un anno importante per il Football Club Frascati, il secondo sotto la gestione di Claudio Laureti che ha affiancato lo “storico” presidente Stefano Lopapa. I numeri della società tuscolana sono letteralmente “esplosi” la scorsa estate, ma i margini di crescita sono ancora ampi come conferma il responsabile del settore Scuola calcio Lorenzo Marcelli.

“Nella prossima stagione potremo contare sin dall’inizio sul “nuovo” Otto Settembre che invece in quest’annata abbiamo potuto utilizzare a partire da marzo, stanti i lavori di restyling del campo di gioco. Lo stesso discorso varrà anche per il “polo” di Morena, cioè quel centro sportivo dei Colli Tuscolani situato in via dell’Acqua Acetosa 22 (nel territorio comunale di Frascati) completamente rinnovato che permetterà di avere un nuovo sbocco “capitolino” per la nostra società. Sono convinto che il numero delle iscrizioni salirà ancora in maniera rilevante e per gestire questa situazione ci stiamo già muovendo per trovare figure tecniche all’altezza delle nostre esigenze. L’obiettivo fondamentale della nostra Scuola calcio, comunque, non cambierà: l’aspetto fondamentale non sarà quello di ottenere delle vittorie, ma di rendere felici i nostri piccoli calciatori e farli divertire, ovviamente nell’ambito di una crescita tecnica e comportamentale costante”.

La crescita del Football Club Frascati è concretamente apprezzata anche dalla Federazione. “Abbiamo adempiuto alle richieste per diventare Scuola calcio d’Elite e questo sarà un ulteriore fregio in vista della prossima stagione. Abbiamo inserito già da inizio stagione una psicologa all’interno dello staff, vale a dire Ilaria Iannizzi che ha organizzato incontri periodici con genitori e soprattutto tecnici per parlare loro della gestione di determinate dinamiche coi ragazzini. E poi ci siamo dotati di tecnici qualificati e di altre caratteristiche che la Federazione richiede per confermare il titolo di Scuola calcio d’Elite”.

La chiusura di Marcelli è sulla crescita tecnica dei vari gruppi. “Siamo contenti di come stanno lavorando tutte le nostre selezioni, in particolari i Piccoli Amici e i Primi calci che hanno avuto una costanza importante negli allenamenti. I più grandi? Il gruppo dei 2006 e 2007 allenato da Natalino Como è pronto per il salto nell’agonistica: abbiamo una buona base che andrà integrata con i giusti innesti. In questo finale di stagione tireremo le somme con la partecipazione ad alcuni tornei nella nostra regione e ad un altro fuori dal Lazio che vorremmo giocare sia con la Scuola calcio che con l’agonistica, ovviamente previa adesione dei genitori dei ragazzi”.