È la sua prima esperienza da allenatore, nonostante la giovane età. Noemi Lingenti è la “novità”
dello staff tecnico della Polisportiva Borghesiana volley in questa stagione, anche se già l’anno
scorso aveva collaborato con Stefano Criscuolo nella gestione della prima squadra maschile.
Quest’anno, però, l’ex giocatrice di Grottaferrata, Marino e della stessa Polisportiva
Borghesiana sta guidando in prima persona l’Under 12 femminile del club capitolino.

Le parole di Noemi Lingenti

«Non nego che qualche volta ti viene voglia di mettere i piedi in campo, ma fare l’allenatore
comporta sicuramente una sensazione particolare perché si vede tutto sotto un’altra ottica –
dice la Lingenti – Inoltre lavorare con le bambine è ancor più responsabilizzante e implica anche una forte componente psicologica: bisogna dare coraggio a queste giovanissime atlete e indirizzarle nella maniera giusta sotto il punto di vista tecnico». Il gruppo Under 12 della Lingenti è quasi completamente nato all’interno della Polisportiva Borghesiana volley.

«Molte ragazzine erano già nel nostro settore mini volley: la società ha deciso di “metterle alla prova” in un vero campionato sempre in un’ottica di crescita complessiva». E in effetti le risposte sono state abbastanza positive. «I risultati hanno un valore molto relativo a questi livelli – sottolinea la Lingenti – Il gruppo ha perso tre partite e ne ha vinta un’altra, ma ha sempre fornito delle discrete prestazioni». Il tecnico dell’Under 12 femminile sembra soddisfatta dell’atteggiamento delle sue ragazze.

«L’impegno non è mai mancato né in allenamento, né durante le partite. L’obiettivo della seconda parte di stagione è quello di cercare a stare meglio in campo e acquisire i fondamentali della nostra disciplina» conclude la Lingenti. L’Under 12 femminile della Polisportiva Borghesiana volley dovrà dare nuovi riscontri nel match in programma il prossimo 21 febbraio sul campo del Sales. Il percorso di crescita è appena agli inizi…