ANGUILLARA – VOLLEY FEMMINILE: E’ IL CAMPO, ALLA FINE DI UNA SPLENDIDA PARTITA, A PREMIARE LA SQUADRA PIU’ FORTE.

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp

Impossibile non vedere il lenzuolo preparato dai supporters: “Anguillara facci sognare” che ci ha accolto al nostro arrivo al palazzetto. Eravamo timorosi, le ragazze non ce ne vogliano, di vedere interrompersi una serie positiva peraltro più che meritata. Il Volley viterbese è prima in classifica praticamente dall’inizio del campionato, e questo non può essere solo dovuto al caso.
Non siamo stati i soli a provare questa sorta di timore reverenziale, tanto è vero che le ragazze di Ferretti si trovano subito a dover subire. Il tifo infernale degli ospiti non aiuta la concentrazione e le sabatine subiscono velocemente un meno cinque che ci fa presagire una brutta battuta d’arresto. Recuperano tuttavia brillantemente portandosi addirittura a più quattro, e poi ci pensa Aluna Pelliccioni a portare il Volley Anguillara a 18 a 13. Si combatte su tutti i palloni in scontri che ci sembrano interminabili. Ricezione perfetta di Valeria Flamini, splendido palleggio di Simona Ippoliti e Raquel ci fa sorridere sul 22 a 16. Valeria tenta il miracolo ma questa volta non ci arriva. Da zona due la Stamenkovic e Raquel murano con decisione e chiudono il punto: 23 a 17. Aluna Pelliccioni non è da meno: grandissima ricezione che mette in condizione Simona Ippoliti di servire un pallone magico a Raquel per il 24. Servizio micidiale imprendibile della Stamenkovic e il primo set è del Volley Anguillara per 25 a 17. Tifo alle stelle e il palazzetto sembra tremare.

Comincia il secondo set  e si ricomincia a lottare su ogni palla con scambi lunghissimi.
C’è voglia da parte delle ragazze di Ferretti di chiudere il punto e spesso con troppa fretta. La strada si fa purtroppo in salita. Dai lati non si passa e per fortuna ci pensa la Stamenkovic in veloce dal centro. Sul 6 a 9 un Ferretti furioso chiama il time out che apparentemente non serve perché il Viterbo aggiunge altri quattro punti murando alla perfezione ogni tentativo dell’attacco sabatino. Forse troppo prevedibile in questa fase, alzare solo su Raquel che viene puntualmente aspettata e murata. Marlene Ascensao, questa sera più convincente del solito, beffa con un bel pallonetto il muro viterbese e si ripete subito dopo nell’identico modo: 8 a 13. Le ragazze di Ferretti si portano a due punti dalle avversarie costringendo l’allenatore avversario a chiedere il time out.
Due punti preziosi di Marlene e di Simona Ippoliti che finta l’alzata e infila con un pallonetto le avversarie: 13 pari. E’ un momento no, e purtroppo arriva il 14 a 19  per il Viterbo e Ferretti chiede il secondo time out. Si soffre in campo e si soffre in tribuna. Noi cominciamo a temere per la nostra pressione! Il volley Anguillara tenta una reazione con Giada Stamenkovich che solo dal centro riesce ad anticipare in veloce il muro delle bravissime ragazze viterbesi. Sul 17 a 22 è di nuovo Giada che d’astuzia, di forza e d’eleganza stacca e infila da zona tre mentre Raquel incrocia perfettamente e si arriva al 19 a 22. Il capitano del Viterbo chiede la formazione, per l’ennesima volta, e intanto spezza la rimonta delle sabatine. Tre punti di seguito e il Viterbo pareggia il conto dei set assicurandosi il secondo per 25 a 19. Tutto da rifare, con i tifosi della città dei Papi che raddoppiano le incitazioni rivolte alle loro beniamine. Il tifo locale non è da meno e s’ingaggia una specie di guerra tra chi grida più forte. Con un po’ di stupore ci accorgiamo di fare parte del coro: abbiamo perso la neutralità del cronista e da adesso tifiamo apertamente anche noi.

Comincia il terzo set. Un bel muro di Giada e Arianna Casella porta il Volley Anguillara sul 5 a 3 con le avversarie che per la prima volta sembrano stranite mentre l’allenatore viterbese chiede il time out. Sul 6 pari Giada intuisce  una veloce avversaria e la mura perfettamente. Il Viterbo si porta sul 12 a 9 e questo diventa il momento peggiore dell’incontro. Sul 15 a 12 Ferretti ferma il gioco chiamando il time out. Le ragazze di Anguillara hanno dei momenti di sbandamento decisamente preoccupanti. In evidenza comunque Arianna, Giada e Valeria Flamini che con un paio di miracoli in difesa carica le compagne. Sul 16 a 15 per il Viterbo, rientra in campo Aluna che purtroppo non ci sembra al massimo per un dolore al ginocchio che ne frena dolorosamente l’abilità.
Sul 16 pari ennesima richiesta di formazione da parte del capitano del Viterbo e a noi non sembra un grande esempio di sportività. Sul 20 a 18 per le ragazze locali, dopo un’altra richiesta di formazione (!), l’allenatore del Viterbo chiede il time out. Le avversarie si fermano  mentre il volley Anguillara macina punti e si aggiudica un altro set: 25 a 19. Adesso è il Viterbo a temere il peggio.

Il quarto set comincia con un bruciante avvio delle ragazze di Ferretti che si portano sul 4 a 1 mentre il Viterbo interrompe il gioco con un’altra richiesta di time out. La “macchina da guerra” marca l’8 a 1 e il palazzetto sembra esplodere di gioia mentre ci riposiamo le corde vocali grazie al secondo time out chiesto dal Viterbo. Inarrestabile la marcia delle atlete locali che arrivano sul 15 a 2 grazie ad un gioco perfetto di Simona Ippoliti cui fanno seguito le chiusure perfette di Giada Stamenkovic. Il 20 a 5 lo segna Michela Ippoliti imitata subito dopo dalla gemellina Simona. Qualche punto per il Viterbo il cui destino di oggi è ormai segnato.  25 a 11 e Anguillara si aggiudica a pieno titolo l’incontro per 3 set a 1. E la squadra di Ferretti non ci fa sognare come chiedeva il lenzuolo: ci fa vivere invece una splendida realtà, grazie ragazze.

Con quel poco di voce che ci resta, chiediamo a Ferretti perché ha vinto il Volley Anguillara.
“Perché siamo più forti ed è il campo che lo ha stabilito”.
Non sapremmo dire chi è stata oggi la migliore in campo, forse Giada, per Lei?
“Tutte bravissime e tutte da encomiare. Senza l’infortunio di Aluna avremmo vinto per 3 a 0”.
Che cosa le è successo?
“Il solito ginocchio purtroppo, alla fine del primo set. Accusa un disturbo nella parte posteriore, speriamo non sia nulla di grave ma siamo un po’ preoccupati”.
Avete battuto un grande avversario, vero?
“Sicuramente il Viterbo è una grande squadra che ha cercato di giocare sui nostri punti deboli, però quando noi entriamo in partita non ce n’è per nessuno”.

Grazie ancora ragazze, e tanti auguri per una prontissima guarigione ad Aluna e a Valeria.

Renato Magrelli
[foldergallery folder=”cms/file/BLOG/1417/” title=”1417″]

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp

Never miss any important news. Subscribe to our newsletter.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Never miss any important news. Subscribe to our newsletter.

Recent News

Editor's Pick