Frascati Scherma, la talentuosa spadista Giorgia Amati: “Sono schermitrice per le merendine…”

 Frascati Scherma, la talentuosa spadista Giorgia Amati: “Sono schermitrice per le merendine…”


E’ stata protagonista di una gustosa diretta sulla pagina Facebook ufficiale del Frascati Scherma. Giorgia Amati è probabilmente l’atleta più promettente del settore spada e ha parlato sul canale social ufficiale del club tuscolano assieme al suo maestro Gino Pacifico.

Le dichiarazioni di Giorgia Amati

La 12enne, che militerà nella categoria Ragazze nella prossima stagione, si è detta “dispiaciuta per non aver potuto fare le finali dei campionati italiani Gpg nella consueta cornice di Riccione, quello è l’appuntamento a cui tutti gli Under 14 tengono tantissimo. Nella prima prova nazionale ero andata bene centrando il secondo posto, poi poco prima della seconda prova nazionale è scattata la quarantena e la nostra stagione si è interrotta”.

La Amati ha rivelato un curioso aneddoto su com’è nata la sua vita da schermitrice: “E’ stato tutto molto casuale: ero andata a cercare le mie merendine preferite in un supermercato e lì vicino c’era una palestra. All’inizio pensavo ci facessero ginnastica e invece ho scoperto la scherma e da allora non l’ho più abbandonata”. Una passione forte tanto che i suoi genitori l’hanno portata a Frascati (due anni fa) addirittura da Subiaco, paese da cui la famiglia di Giorgia si è spostata da poco per scegliere di abitare a Roma.

“Adesso mi allenerò fino a fine luglio e poi a settembre tornerò di nuovo alla Simoncelli”. La giovane spadista è anche appassionata di calcio e tifosa della Roma: “Gioco a calcio con gli amici quando capita. Poi poco tempo fa ho conosciuto il difensore della Roma femminile e della Nazionale Elisa Bartoli che mi ha autografato una maglia”.

Il maestro Pacifico, che da quarant’anni frequenta le pedane e da oltre venti è presenza fissa nello staff tecnico del Frascati Scherma, sta cercando di valorizzare le qualità della Amati: “Giorgia è un rullo compressore. Ogni tanto le manca la concentrazione necessaria, vorrebbe ottenere subito il risultato e la pazienza è una dote a lei sconosciuta. Non è semplice, ma anche quello è un aspetto si può allenare. Comunque si tratta di una ragazza che ha molto talento e ha voglia di lavorare: ogni tanto sbuffa, ma è normale così.

Tra l’altro è molto alta e speriamo cresca ancora perché a livello tecnico potrebbe essere un bel vantaggio. Ha tutte le potenzialità per fare bene anche nelle categorie superiori, se segue i nostri consigli ci toglieremo tantissime soddisfazioni. Ma la Amati non è l’unica ragazza interessante del settore spada, ultimamente ne stanno venendo fuori altri e speriamo di continuare con loro questo percorso di crescita a settembre mettendoci alle spalle tutte le problematiche che ha causato il Coronavirus”.

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Avatar

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *