Martina Guarino continua la sua avventura nella R3 Cup con la seconda tappa del campionato che si è disputata sul mitico tracciato del Mugello.

Un resoconto agrdolce per la napoletana che, racconta così le emozioni vissute: “E’ stato – dice – un fine settimana pieno di emozioni, nonostante le molteplici difficoltà incontrate. Girare al Mugello è sempre stato il mio sogno e percorrere la pit line per la prima volta è stato un qualcosa che può capire solo chi è nel mondo delle moto. Al primo turno del giovedì, come detto, la pista mi ha lasciato senza parole, con un tracciato veloce e impegnativo. Il primo giorno, così, è stato dedicato al feeling con la moto ed alla comprensione della pista. Il venerdì, poi, abbiamo avuto anche la fortuna di girare sull’acqua dove l’esperienza fa veramente tanta differenza. Il sabato in qualifica ci siamo trovati nel traffico e nell’ultimo giro ho provato a recuperare il tempo perso. Arriva, così, il primo giorno di gara, al termine del quale abbiamo portato punti importanti perché ho concluso in terza posizione. Purtroppo durante il warm up e la gara della domenica, a causa della pioggia, li abbiamo finiti entrambi a terra e questo mi ha fatto perdere punti importanti per la classifica. Dopo questa seconda doppia sfida, ho compreso che ho bisogno ancora di girare molto in moto per scoprire, così, i suoi comportamenti al limite. La mia esperienza, basata solo sui kartodromi, mi penalizza quando si tratta di farla girare veloce tra i cordoli. Sono sicura, però, che avrò modo di imparare tanto già a partire da quest’anno. Ringrazio come sempre chi permette di realizzare i miei sogni in realtà, in particolare la mia famiglia e Antonella Rea della Yuo Biker”.