Non basta una splendida prestazione alla Waterpolis Lariano Pallanuoto per portare a casa un altro risultato utile, che sarebbe stato l’ennesimo, al cospetto della capolista Ischia. La squadra di Domenico Criserà tiene testa alla formazione più forte del campionato in una gara tirata, che si conclude 9-6 per i campani.

Primo tempo che si chiude sul 3-1 per gli ospiti, poi nei parziali di metà gara i locali rimontano (2-2 e 2-1). Si decide tutto nell’ultimo tempo, dove qualche errore di troppo lascia campo libero a Ischia. A segno per la Waterpolis due volte Castello, due volte Tonon, Voncina e Cedroni. La sconfitta non cambia di una virgola intenzioni, buoni propositi e classifica della squadra di Criserà. Proprio il tecnico ha analizzato così la prova dei suoi: “Ho visto una partita sempre in bilico, fino a due minuti dalla fine.

Un primo tempo contratto da parte nostra ha permesso all’Ischia di chiudere 3-1, poi c’è stata una gara combattuta e maschia. Direi che l’arbitraggio non è stato all’altezza, ma peggio ha fatto la giuria, completamente in bambola. Voglio però fare i complimenti all’Ischia, una squadra forte, cinica, meritatamente prima in classifica. Onore alla Waterpolis per quello che sta facendo, la testa è già alla prossima partita”.