“Abbiamo avuto un approccio sbagliato, dovevamo avere più coraggio”Carlo Ancelotti analizza la sconfitta di Londra.

“Abbiamo avuto troppa paura e sono davvero sorpreso di questo atteggiamento iniziale della squadra”.

“Avevo chiesto di stare alti e dare maggiore pressione, invece nei primi venti minuti ci siamo fatti surclassare. Sapevamo che ci aspettava un ambiente caldo, ma proprio per questo dovevamo andare in campo con maggiore sicurezza”.

“Dopo il primo tempo abbiamo cominciato a giocare, siamo rientrati in partita e potevamo anche segnare un gol che sarebbe stato molto importante nell’ottica dei 180 minuti”.

“Non parlo dei singoli, perchè in questi casi non è una questione di un giocatore o l’altro ma di un concetto di squadra che non siamo riusciti a tenere nella prima mezzora”.

“Al ritorno dobbiamo scrollarci di dosso la tensione e questa preoccupazione che ci ha attanagliato stasera”.

“La spinta del San Paolo certamente ci libererà mentalmente. Ci vorrà una grande pertita, ma non ritengo la qualificazione impossibile. Difficilissima, ma non proibitiva”.

“L’Arsenal ha confermato di essere una squadra con una straordinaria spina offensiva ma piuttosto vulnerabile in difesa. Anche stasera con un po’ di convinzione in oiù potevamo segnare. Adesso contiamo e speriamo di farlo al ritorno”.

Fonte: sscnapoli.it