La Moto3™ inaugura il sabato di qualifiche e, con la classe leggera, arriva la pioggia a scombinare i piani. Ma Jorge Martin (Del Conca Gresini Moto3) non sembra curarsene e vola in pole position. Lo spagnolo, in recupero dall’infortunio, fa segnare il tempo a tre minuti dal termine e stacca di un solo millesimo Jaume Masia (Bester Capital Dubai), che scatta dalla seconda casella. Terzo crono per Lorenzo Dalla Porta (Leopard Racing), a 2 centesimi dal poleman.

Beffato Marco Bezzecchi (Redox PrustelGP): il  leader del mondiale cade alle curva 9 nell’ultimo tentativo e perde la speranza di conquistare la prima posizione. Gara in salita per l’italiano, che partirà dall’undicesima piazza.

Apre la seconda fila Albert Arenas (Angel Nieto Team Moto3), che precede Fabio Di Giannantonio (Del Conca Gresini Moto3). Il compagno di squadra di Martin, in testa fino a venti minuti dal termine, perde il primato quando inizia a cadere la pioggia, per poi concludere la qualifica a 282 millesimi dal leader e vicino di box. Sesto Tatsuki Suzuki (SIC58 Squadra Corse), primo pilota ad andare oltre il mezzo secondo di ritardo.

Gabriel Rodrigo (RBA BOE Skull Rider) è settimo e protagonista di una caduta alla curva 11 che lo costringe a recarsi al centro medico per un check-up. Alle sue spalle di posiziona Enea Bastianini (Leopard Racing), mentre il connazionale Nicolo Bulega (SKY Racing Team VR46) è nono. Chiude la top 10 Marcos Ramirez (Bester Capital Dubai).

Niccolò Antonelli (SIC58 Squadra Corse) è coinvolto in un contatto spettacolare all’ingresso della pit lane con Adam Norrodin (Petronas Sprinta Racing), ma entrambi i piloti stanno bene. I due scatteranno dalla dodicesima e quindicesima posizione rispettivamente.
Così gli altri italiani: Tony Arbolino (Marinelli Snipers Team) è diciottesimo, Denis Foggia (SKY Racing Team VR46) è ventunesimo. Andrea Migno (Angel Nieto Team Moto3) occupa la venticinquesima posizione e Stefano Nepa (CIP – Green Power) è ventinovesimo.

Fonte: motogp.com