GARA 1 – Vedendo la griglia di partenza salta subito all’occhio che manca l’Aprilia del campione del mondo in carica Biaggi, che da forfait a causa dei forti dolori causati dalla frattura rimediata durante le libere sbattendo contro un detrito in pista. Gara, quindi, più rilassata per il leader del mondiale Checa senza il fiato sul collo del rivale in classifica,

Scatta subito bene lo spagnolo con una Haga in forte stato di grazia nella sua scia e che cerca di infastidirlo nei primi giri, effettuando ai danni di Checa uno dei più millimetrici soprassi della giornata, segue Melandri, che sembra avere il ritmo dei primi due, ma paga l’errore all’ottavo giro non riuscendo più a riprendere il leader della gara, finiscono così le sue probabilità di vittoria, ma ingaggiando una bella lotta con Haga, chiudendo in seconda posizione proprio davanti al giapponese. Buona prestazione di Laverty che ingaggia un bel duello con il compagno di squadra Melandri ma che si arrende nella seconda parte di gara finendo in quarta posizione.

Bella rimonta di Haslam che finalmente riesce a portare la sua BMW in una zona più degna della classifica davanti al francese Guintoli, Lascorz, che sempre più spesso riesce a portare nella top ten la sua Kawasaki e al nostro Badovini, anche lui autore di una bella rimonta, se pensiamo che alla fine del primo giro si trovava in penultima posizione.

Non splende Fabrizio che dopo una bella prima parte di gara, ha mollato cominciando a girare con un passo davvero alto a causa di una botta alla mano durante un soprasso che lo ha costretto a stringere i denti per concludere la gara.

 

Questa la classifica

01- Carlos Checa – Althea Racing – Ducati 1198 – 20 giri in 38’59.779
02- Marco Melandri – Yamaha World Superbike Team – Yamaha YZF R1 – + 1.855
03- Noriyuki Haga – Pata Racing Team Aprilia – Aprilia RSV4 Factory – + 2.322
04- Eugene Laverty – Yamaha World Superbike Team – Yamaha YZF R1 – + 7.789
05- Leon Haslam – BMW Motorrad Motorsport – BMW S1000RR – + 9.727
06- Sylvain Guintoli – Team Effenbert Liberty Racing – Ducati 1198 – + 10.113
07- Joan Lascorz – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R – + 17.226
08- Leon Camier – Aprilia Alitalia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory – + 17.228
09- Ayrton Badovini – BMW Motorrad Italia – BMW S1000RR – + 18.166
10- Jonathan Rea – Castrol Honda – Honda CBR 1000RR – + 19.457
11- Tom Sykes – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R – + 22.136
12- Mark Aitchison – Team Pedercini – Kawasaki ZX-10R – + 25.346
13- James Toseland – BMW Motorrad Italia – BMW S1000RR – + 31.617
14- Roberto Rolfo – Team Pedercini – Kawasaki ZX-10R – + 31.796
15- Troy Corser – BMW Motorrad Motorsport – BMW S1000RR – + 33.320
16- Michel Fabrizio – Team Suzuki Alstare – Suzuki GSX-R 1000 – + 38.149
17- Makoto Tamada – Castrol Honda – Honda CBR 1000RR – + 1’16.143

 

[nggallery id=19]

 

Emanuele Bompadre