MINI Challenge 2020, report secondo round al Mugello

 MINI Challenge 2020, report secondo round al Mugello


Il circuito del Mugello ieri, domenica 19 luglio, ha ospitato il secondo round del MINI Challenge: grande spettacolo e colpi di scena fino all’ultimo metro sia fra le John Cooper Works Pro che nella classe Lite, dove quest’anno si sfidano i giovanissimi allievi della MINI Challenge Academy, sotto l’occhio vigile del pilota di F1 Gianni Morbidelli

La griglia di partenza di gara 2 che inverte le prime otto posizioni rispetto all’ordine di arrivo di gara 1 ha offerto come sempre uno start concitato e movimentato. Scattato dalla prima fila, Cioffi (Fimauto by AC Racing Technology) vanifica però subito il suo vantaggio con un testacoda nelle prime curve e concluderà a ridosso della top ten. Una partenza fulminea invece spinge Gustavo Sandrucci (Maldarizzi Automotive by Melatini Racing) dalla quarta fila alla prima posizione: il due volte vincitore del MINI Challenge va subito al comando, ma non riesce a prendere un margine di sicurezza nei confronti dei suoi inseguitori, capitanati da Andrea Gagliardini (L’Automobile by Progetto E20 Motorsport), intenzionato a riscattare la penalità rimediata in gara 1 per un contatto. In terza posizione s’installa Roberto Gentili (M.Car by AC Racing Technology), ieri terzo al traguardo, che precede Tobia Zarpellon (Ceccato Motors by C.Z. Bassano R.T) e Lorenzo Nicoli (Motorauto F.lli Nardoni by Progetto E20 Motorsport). Non riesce invece a partire bene Ivan Tramontozzi (Sarma by Progetto E20 Motorsport), che rimane un po’ invischiato nelle prime fasi, e anche Diego Di Fabio (Ambrosi by AC Racing Technology), campione in carica della classe Lite e ieri quarto al traguardo, perde terreno nella partenza concitata.

Gentili (M.Car by AC Racing Technology), mentre era in terza posizione, ha un problema ad uno pneumatico a dieci minuti dal traguardo, e poco dopo la stessa sorte toccherà a Ivan Tramontozzi (Sarma by Progetto E20 Motorsport), che era riuscito a recuperare fino alla quinta posizione. Ritiro anche per Eduino Menapace (Auto Ikaro by Duell Race).

Ultime fasi

Nelle ultime fasi Tobia Zarpellon (Ceccato Motors by C.Z. Bassano R.T) sfodera una grinta vincente e divora gli avversari, portandosi a ridosso del leader Gustavo Sandrucci (Maldarizzi Automotive by Melatini Racing). Senza alcun timore reverenziale verso il due volte vincitore del MINI Challenge, e protagonista anche di gara1 ieri al Mugello, Zarpellon (Ceccato Motors by C.Z. Bassano R.T) sorpassa anche Sandrucci (Maldarizzi Automotive by Melatini Racing) e s’invola al comando.

Zarpellon (Ceccato Motors by C.Z. Bassano R.T) taglia per primo il traguardo davanti a Gustavo Sandrucci (Maldarizzi Automotive by Melatini Racing) e Andrea Gagliardini (L’Automobile by Progetto E20 Motorsport), con Alessio Alcidi (MINI Roma by CAAL Racing) bravo a recuperare fino alla quarta posizione, davanti a Lorenzo Nicoli (Motorauto F.lli Nardoni by Progetto E20 Motorsport), partito ultimo e quinto sotto la bandiera a scacchi. Sesta piazza per Filippo Bencivenni (Emmeauto by Melatini Racing) davanti a Andrea Tronconi (Birindelli by Melatini Racing), con Daniele Pasquali (A.D. Motor by CAAL Racing), Massimiliano Ciocca (Autoabruzzo by Progetto E20 Motorsport) e Giorgio Amati (MINI Roma/Milano by Promodrive) a completare la top ten assoluta.

Il giovanissimo Amati (MINI Roma/Milano by Promodrive) si aggiudica la vittoria nella classe Lite – mettendo a segno una doppietta dopo il successo in gara1. Sul podio della classe riservata agli allievi dell’Academy anche Adam Sascha (MINI Roma/Milano by Promodrive) e Giacomo Parisotto (MINI Roma/Milano by Promodrive).

La rivincita è fissata fra meno di due settimane, nel weekend del 30 luglio-2 agosto, sul circuito di Misano Adriatico, con il secondo round del MINI Challenge.

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Alfredo Di Costanzo

Alfredo Di Costanzo

http://www.iltabloid.it

Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *