Il Lecce batte al San Paolo il Napoli 3-2

 Il Lecce batte al San Paolo il Napoli 3-2


Il Lecce vince al San Paolo per 3-2 e conquista i 3 punti a casa nostra dopo 22 anni dall’unico precedente successo in Serie A. La partita ha una fisionomia a compartimenti stagni. Nei primi 25 minuti c’è solo il Napoli, con il Lecce che tinge di giallorosso il fortino e resiste alle occasioni nette che hanno Milik e Zielinski. La dura legge del gol impone che solitamente il destino si faccia beffe dall’alro lato. E capita proprio così con Lapadula che alla mezzora mette dentro l’1-0 leccese. Nel primo sussulto della ripresa il Napoli la rimette dentro con il tap in di Milik su cross di Insigne: 1-1. Ma è la giornata di Lapadula che stavolta stacca di testa nel cuore dell’area e segna la sua doppietta. Poi è un assalto azzurro, con un rigore sacrosanto non concesso a Milik. Nella giornata di grazia giallorossa Mancosu sfida la balistica e infila una splendida parabola su punizione che bacia l’incrocio: 3-1. Callejon con una sforbiciata volante accorcia 3-2 al 90esimo. E così finisce, nonostante l’ultimo impeto generoso nel recupero. Si ricomincia mercoledì in Coppa Italia a San Siro. La strada è ancora lunga, l’avventura continua…

Il tabellino

Napoli: Ospina, Di Lorenzo, Maksimovic, Koulibaly, Mario Rui, Lobotka (46′ Mertens), Demme, Zielinski, Politano (61′ Callejon), Insigne (76′ Lozano), Milik. A disp.Meret, Karnezis, Hysaj, Manolas, Allan, Fabian Ruiz, Llorente. All.Gennaro Gattuso

Lecce: Vigorito, Donati, Lucioni, Rossettini, Rispoli, Barak, Majer (68′ Petriccione), Deiola (91′ Paz), Saponara , Falco (74′ Mancosu), Lapadula. All. Fabio Liverani

Arbitro: Giua di Olbia
Marcatori: 29′ Lapadula, 48′ A. Milik, 60′ Lapadula, 82′ Mancosu, 90′ J. Callejon
Note: ammoniti Koulibaly, Zielinski, Milik, Rispoli, Mario Rui, Demme, Petriccione.

Fonte: sscnapoli.it

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Alfredo Di Costanzo

http://www.iltabloid.it

Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *