Entrambe le Aprilia hanno aperto la loro gara a Silverstone con una ottima partenza, che ha proiettato Andrea Iannone e Aleix Espargaró nell’accesa lotta per le prime dieci posizioni. Le RS-GP hanno mostrato una buona costanza, mantenendo il contatto con il secondo gruppo.

La buona prestazione di Aleix si è pero’ interrotta a meno di due giri dalla bandiera a scacchi, per un problema tecnico ora al vaglio dei tecnici. Uno stop immeritato per il pilota catalano, che ha comunque applaudito la ritrovata competitività in vista della ultima parte di campionato.

Andrea ha chiuso una buona gara in decima posizione, eguagliando il miglior risultato di Assen e, soprattutto, beneficiando di una iniezione di fiducia dopo il duro lavoro svolto fino ad oggi.

ALEIX ESPARGARO’

“La mia partenza è stata molto buona ma poi ho perso un paio di posizioni in seguito all’incidente tra Dovi e Quartararo. Sono riuscito a recuperare velocemente e il passo non era male, ho lottato a lungo con Petrucci e mio fratello ma non era facile rimanere davanti. Sentivo di avere un buon ritmo, forse leggermente migliore rispetto a loro. Purtroppo a meno di due giri dalla fine la moto si è fermata, un peccato dopo tutto quello che avevamo fatto”.

ANDREA IANNONE

“Ho fatto una buona gara, recuperando tante posizioni e riuscendo a rimanere nel gruppo di Aleix, Pol e Petrucci. Durante il weekend abbiamo lavorato molto e spero che alcuni spunti ci possano aiutare nelle prossime gare. Purtroppo perdevo terreno in accelerazione, anche rispetto al mio compagno di squadra, e questo mi impediva poi di tentare l’attacco ai piloti che mi precedevano. Continuo a ripetere che non dobbiamo mai mollare e lo confermo anche oggi”.