Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK) vuole il quinto titolo mondiale consecutivo, lo ha messo bene in chiaro vincendo la sua 75esima gara in classe regina, un trionfo sudato che l’ha visto impegnato in un duello impegnativo e avvincente con Toprak Razgatlioglu (Turkish Puccetti Racing) ma il nord-irlandese ha saputo imporsi portando a casa la quarta vittoria della stagione, mentre il suo principale rivale nella corsa verso il titolo, Alvaro Bautista (Aruba.it Racing – Ducati) è caduto alla curva 2 del secondo giro.

Non è stato un risultato scontato il primo posto di Rea visto che la battaglia con Toprak, che è stato al comando di gran parte della corsa, è stata complicata un corpo a corpo dove nessuno dei due ha pensato di rispiarmarsi. Anche con quattro giri prima della bandiera a scacchi e Rea in testa, Razgatlioglu si è rifiutato di arrendersi così facilmente ed è partito all’attacco alla curva 8 tentando un sorpasso sul campione del mondo in carica.

Dopo la gara, Rea non ha nascosto la sua soddisfazione per la vittoria: “Affrontiamo ogni fine settimana come uno nuovo, con la stessa etica lavorativa e motivazione all’interno della squadra. Per vincere le due gare di questo Round, sebbene abbia fatto un errore sciocco nella Tissot Superpole Race, abbiamo avuto un buon fine settimana! Sono super felice per la mia squadra e anche se stiamo lavorando tanto, abbiamo ancora da migliorare”.

La 75esima vittoria di Rea è anche la 131esima per la Kawasaki nel WorldSBK ed è l’11esima volta che insieme vincono a Misano in 13 gare disputate.

Continuando, Rea ha descritto la sua dossisfazione nel vedere riaperta la corsa per il titolo: “Ogni gara è importante ed è importante ridurre il più possibile gli errori. Abbiamo svolto un ottimo lavoro in questo fine settimana, stiamo limando il distacco ad ogni Round, ma siamo ancora lontani. Penso che a Donington Park, Laguna Seca e Portimao useremo tutto il potenziale della ZX-10RR. Stiamo a vedere, abbiamo bisogno di continuare a lavorare ma trascorrerò alcuni giorni qui in Italia con la mia famiglia prima di prepararmi per la sfida a Donington Park!”

Fonte: worldsbk.com