“Per prima cosa è la mia gara, e quello che più mi piace è tornare ad abbracciare i miei tifosi”. Sono le parole di Johann Zarco prima de GP di Francia. Una gara che l’attuale portacolori Red Bull KTM Factory Racing aspetta da tempo. Con il calore dei suoi connazionali e fan, il due volte campione del mondo Moto2™ sarà capace di tornare in linea con i più veloci?

Zarco non sta vivendo un adattamento facile alla RC16. Non la migliore guidabilità, poca gestione della potenza, uno stile che ancora fatica dal disegnare le traiettorie perfette e tante cadute. L’inizio di stagione del numero 5 è stato complicato, forse più del previsto. “Ho capito e visto sui social che, nonostante tutto, la gente continua ad sostenermi. Anche ora, che i risultati non sono affatto buoni. Resto di mantenermi positivo e punto all’obiettivo di inizio stagione: chiudere un GP nella Top10”.

Con meno ambizioni, ridimensionato ma pronto a dare il massimo, Zarco si appresta a scendere il pista là dove nel 2018 segnò una spettacolare pole position. “Non abbiamo il ritmo per il podio, questo lo sappiamo, ma nei recenti test abbiamo provato tante cose e la moto è cambiata moltissimo, una vera rivoluzione che credo sia normale in una fase di perenne sviluppo come quella che viviamo noi”.