Il Campionato Mondiale Superbike 2019 arriva al suo quinto appuntamento su tredici, questa volta a Imola, sul leggendario tracciato cittadino che continua a scrivere capitoli importanti nella storia di automobilismo e motociclismo moderno.

Dopo undici vittorie su undici gare, il recordman Álvaro Bautista scenderà in pista questo weekend saldamente al comando della classifica del campionato. Anche se il 34enne pilota spagnolo non ha mai corso a Imola, ha approfittato della giornata di test organizzata dal team Aruba.it Racing – Ducati due settimane fa per prendere confidenza, con uno dei tracciati più ostici in calendario caratterizzato da numerosi saliscendi, in vista della gara.

Per il compagno di squadra, il 32enne pilota gallese Chaz Davies, l’appuntamento di Imola segna il ritorno su un tracciato a lui congeniale, dove ha trionfato ben quattro volte negli ultimi tre anni, con due perentorie doppiette segnate nel 2016 e nel 2017. Lo scorso anno invece, non è riuscito a contrastare Rea e la Kawasaki, ma dopo il riscontro positivo dell’ultimo test, è fiducioso di poter portare a casa due risultati di prestigio.

Delle 31 gare disputate a Imola, sono risultati vittoriosi piloti Ducati per ben 17 volte, i quali in sette occasioni hanno addirittura ottenuto la ‘doppietta’. Anche se Davies, Carlos Checa (due volte), Régis Laconi e Ruben Xaus hanno ottenuto la doppia vittoria, il nome che rimarrà indissolubilmente legato a Imola, grazie alla leggendaria sfida del 2002 con Colin Edwards, è quello di Troy Bayliss, vittorioso qui solo una volta nel 2006.

Il team Aruba.it Racing – Ducati sarà in pista venerdì alle 10:30 CET per la prima sessione di prove libere, mentre il programma del weekend vedrà lo svolgimento di Gara 1 alle ore 14:00 del sabato, la Superpole race alle 11:00 della domenica, seguita da Gara 2 alle ore 14:00.

Álvaro Bautista (Aruba.it Racing – Ducati #19) – 1° (236 punti)
“Due settimane fa ho avuto la possibilità di girare a Imola, una pista che non conoscevo. E’ stato molto utile perché adesso ho qualche riferimento in più per il weekend di gara. La pista è un po’ vecchio stile: è molto stretta, con tante staccate forti, ma ha una bella combinazione di curve veloci. Tutto sommato è una pista divertente, anche se devo ancora interpretare meglio le traiettorie. Sarà sicuramente un bel weekend e speriamo di raggiungere il livello di competitività che abbiamo avuto fino ad oggi. Per la gara di casa del Team Aruba e della ‘factory’ Ducati, vogliamo e dobbiamo assolutamente essere al massimo della nostra performance!”

Chaz Davies (Aruba.it Racing – Ducati #7) – 6° (76 punti)
“Attendo con impazienza Imola, la gara di casa per il Team Aruba e Ducati. Cercheremo di mettere insieme il meglio delle ultime due gare, sfruttando i dati raccolti su questa pista nel test di due settimane fa. Sono piuttosto ottimista, perché comincio ad avere buone sensazioni in sella. La pista di Imola mi ha regalato grandi soddisfazioni in passato e si adatta bene al mio stile di guida; non dobbiamo però, fare affidamento solo su questi aspetti, dobbiamo continuare a lavorare per migliorare i punti deboli della nostra Panigale V4 R. Il calore del pubblico è sempre speciale a Imola quindi l’obiettivo è quello di regalare grandi emozioni a tutti i tifosi e a tutto il popolo Ducatista”.

L’Autodromo Internazionale Enzo e Dino Ferrari di Imola
Nelle ultime stagioni, Imola è diventato un appuntamento fisso del calendario del Mondiale SBK e il weekend offre gare sempre più emozionanti davanti a un folto pubblico di entusiasti fan italiani. La denominazione completa del circuito è l’Autodromo Internazionale Enzo e Dino Ferrari e la prima pietra del circuito è stata posata nel marzo 1950, nella presenza di Enzo Ferrari. Per molti anni fu la sede del Gran Premio di Formula 1 di San Marino, ma da quando il Mondiale Superbike fa tappa, visto che si trova a mezzora di autostrada dallo stabilimento Ducati di Borgo Panigale, Imola diventa il circuito di casa del costruttore bolognese e le tribune sono sempre gremite di Ducatisti, pronti a sostenere la squadra e i piloti con il loro tifo.

Record del Circuito: Davies (Ducati), 1’45.598 (168,28 km/h) – 2016
Giro più veloce: Davies (Ducati), 1’46.393 (167,02 km/h) – 2017
Lunghezza pista: 4,936 km
Lunghezza gara: 2 x 19 giri (93,784 km), 1 x 10 giri (49,360 km)
Curve: 22 (13 a sinistra, 9 a destra)

Risultati 2018
Gara 1: 1. Rea (Kawasaki); 2. Sykes (Kawasaki); 3. Melandri (Ducati)
Gara 2: 1. Rea (Kawasaki); 2. Davies (Ducati); 3. Sykes (Kawasaki)

Álvaro Bautista
Moto: Ducati Panigale V4 R
Numero di gara: 19
Età: 34 (nato il 21 novembre 1984 a Talavera de la Reina, Spagna)
Gare SBK: 11
Prima gara SBK: 2019 Phillip Island
Vittorie: 11
Prima vittoria: 2019 Phillip Island
Pole: 3
Prima Pole: 2019 Buriram
Titoli Mondiali: 1 (2006 125cc)

Chaz Davies
Moto: Ducati Panigale V4 R
Numero di gara: 7
Età: 32 (nato il 10 febbraio 1987 a Knighton, Gran Bretagna)
Gare SBK: 187 
Prima gara SBK: 2012 Imola
Vittorie: 29
Prima vittoria: 2012 Nürburgring
Pole: 6
Prima Pole: 2015 Laguna Seca
Titoli Mondiali: 1 (2011 Supersport)