Non è una vigilia qualsiasi, perché il momento è delicato quanto importante. Non è un sfida qualsiasi, perché Milan-Lazio vale quasi come una finale e ha in palio punti pesanti per la qualificazione in Champions League. A Milanello, prima della rifinitura e dei convocati, si è svolta la conferenza stampa di Rino Gattuso. Queste tutte le dichiarazioni rilasciate dal Mister, in diretta su e Milan TV, in vista della 32° giornata di Serie A a San Siro:

SU MILAN-LAZIO
“La Lazio è molto fisica e ben messa in campo, in attacco riempiono sempre l’area con diversi uomini. Servirà grande cattiveria agonistica, tanta forza e tanta voglia. Ti fanno perdere molta energia e contro di loro abbiamo sempre faticato. Quest’anno a San Siro ci sono stati più di due milioni di tifosi totali allo stadio, è qualcosa di incredibile. Questa è una responsabilità in più, vogliamo dargli una grande gioia e gasarli. Servirà una prestazione gagliarda, tenendo botta, dando battaglia e giocando bene tecnicamente. Dobbiamo vincere, anche se sarà difficile. Domani sarà una partita fondamentale per la classifica”.

LA SQUADRA
“La squadra è viva, arriviamo da una buona settimana e da buoni allenamenti. Mi accontenterei della prestazione vista contro la Juve, ma con meno errori. Voglio vedere la stessa mentalità: una squadra compatta e lucida. Dobbiamo pensare solo al campo, senza alibi, e credere in quello che facciamo. Questa squadra può e deve crescere, come me, ma rispetto a un anno fa siamo migliorati a livello di mentalità. Sono più a mio agio nei momenti difficili rispetto ai momenti di allegria. Non ho paura”.

CHAMPIONS LEAGUE
“Ho visto Sampdoria-Roma ed è stata una partita aperta, decisa da un episodio. L’Atalanta abbina qualità e quantità, sembra che non fa fatica ed è unica nel suo gioco. Stanno facendo cose incredibili da anni e hanno una grande mentalità. Basta parlare di arbitri, sono professionisti e sono in buona fede. Rocchi è una garanzia, ha grande esperienza”.

I SINGOLI
“Mi piacerebbe rivedere il primo Suso, con la Juve ha fatto molto bene. Qualche cambio in difesa? Vediamo. Settimana prossima Donnarumma dovrebbe essere dei nostri. Il portiere è diventato un giocatore aggiunto: Gigio è uno dei migliori al mondo per come gioca con i piedi grazie alle sue imbucate, deve migliorare nei lanci lunghi. Paquetá sta migliorando tantissimo, oggi o domani correrrà sulla sabbia, e settimana prossima valuteremo come procede il suo recupero. Dobbiamo migliorare nel battere i calci d’angolo, se in questo momento la palla non si alza dipende dai singoli. Borini titolare? Vediamo. A Torino abbiamo giocato bene a centrocampo, potevamo fare meglio in fase di possesso ma comunque spero che domani questo reparto dia ancora il massimo. Conti ieri stava molto bene dopo aver lavorato un po’ in gruppo e un po’ a parte, oggi lo valutiamo sperando sia a disposizione perché ci può far comodo”.

LA SOCIETÀ
“Ho apprezzato le dichiarazioni di Paolo Madini nei miei confronti, ho ancora due anni di contratto e l’obiettivo mio e della società è sempre lo stesso: qualificarci in Champions League. Abbiamo alle spalle una grandissima società, gente molto preparata, e sono tranquillo anche sul capitolo UEFA”.