SSP 600 vince Krummenacher ma che gara del napoletano De Rosa!





Un’altra gara avvincente del Campionato del mondo FIM Supersport si è svolta al MotorLand di Aragon in 16 giri di battaglie e sorpassi fino allo sventolare della bandiera a scacchi. Alla fine è stato Randy Krummenacher (BARDAHL Evan Bros. WorldSSP Team) ad avere la meglio su tutti i piloti in pista e questa vittoria gli permette un vantaggio nella classifica generale.

Scattato bene dalla pole position, il pilota austriaco Thomas Gradinger non ha retto il confronto con Federico Caricasulo (BARDAHL Evan Bros. WorldSSP Team) che alla curva 1 si è inserito andando a caccia del suo compagno di squadra che ancora una volta, non ha fatto una buona partenza dando così vantaggio a Jules Cluzel (GMT94 YAMAHA). Non ha invece fatto errori al via Raffaele De Rosa (MV AGUSTA Reparto Corse) che, scattato dalla sesta casella, ha sorpassato presto Lucas Mahias (Kawasaki Puccetti Racing) e il suo compagno di squadra Hikari Okubo.

Caricasulo e Gradinger hanno iniziato a fare una corsa a parte, staccandosi dal gruppo già al secondo giro con quasi due secondi di vantaggio. La battaglia è stata per la terza posizione dove Krummenacher è riuscito a prendere vantaggio su Cluzel alla curva 1 del terzo giro, mentre De Rosa si è avvicinato sempre di più al francese.

Nonostante Cluzel si trovasse in quinta posizione piuttosto distaccato dal gruppo davanti e da quello alle sue spalle, dietro al francese Mahias, Okubo, Corentin Perolari (GMT94 YAMAHA) e Kyle Smith (Team Pedercini Racing) hanno iniziato a battersi per avere la meglio l’uno sull’altro.




Allo stesso tempo, la lotta per le prime posizioni si ampliata vedendo quattro piloti. Thomas Gradinger ha superato. Caricasulo alla curva 4 nella speranza di diventare il primo pilota austriaco a vincere una gara nel WorldSSP, un sogno che stava per diventare realtà. Ma a quattro giri dalla fine, la gara è diventata una vera lotta di supremazia.

Gradinger ha commesso un errore all’ultima curva passando dalla prima alla quarta posizione. I quattro piloti alle sue spalle ne hanno approfittato, Caricasulo e De Rosa sono andati avanti mentre Krummenacher è rimasto in terza posizione ad osservare. All’ultimo giro il pilota campano era in testa al gruppo ma lo svizzero ha commesso un errore alla curva 12.

Durante l’ultimo giro i piloti hanno lasciato tutti col fiato sospeso. Krummenacher è riuscito a superare il compagno di squadra alla curva 1 ed è scappato alla caccia di De Rosa. Gradinger, ancora in lotta per la quarta posizione, non è riuscito a fare nessun passo avanti ma conclude comunque ottenendo il suo miglior risultato fino ad ora. Sul rettilineo Krummenacher ha superato la Yamaha e la MV Agusta di De Rosa. Arrivati all’ultima tornata, lo svizzero si è aggiudicato la seconda vittoria della stagione davanti a De Rosa e al compagno di squadra Caricasulo. Gradinger si è dovuto accontentare della quarta piazza.

Dietro al quartetto in testa alla corsa, Jules Cluzel ha cercato di limitare i danni e taglia il traguardo in quinta posizione davanti al compagno di squadra Corentin Perolari che ottiene il suo miglior risultato in gara in questa stagione. Mahias ha avuto la meglio sul suo compagno di box Okubo che chiude col settimo posto mentre il campione del ESS termina con la nona piazza. Completa la top 10 Isaac Viñales (Kallio Racing).

Non perderti il prossimo appuntamento col WorldSSP grazie a WorldSBK VideoPass!

I primi sei classificati, per vedere la classifica completa clicca qui:
1. Randy Krummenacher (BARDAHL Evan Bros. WorldSSP Team)
2. Raffaele De Rosa (MV AGUSTA Reparto Corse)
3. Federico Caricasulo (BARDAHL Evan Bros. WorldSSP Team)
4. Thomas Gradinger (Kallio Racing)
5. Jules Cluzel (GMT94 YAMAHA)
6. Corentin Perolari (GMT94 YAMAHA)

Fonte: worldsbk.com



Alfredo Di Costanzo
Informazioni su Alfredo Di Costanzo 5201 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*