Calcio, Rocca Priora, I° categoria, il baby Francesco Lunardini: “Il mio primo gol? Per i compagni”

 Calcio, Rocca Priora, I° categoria, il baby Francesco Lunardini: “Il mio primo gol? Per i compagni”


Il Rocca Priora Calcio sembra aver messo alle spalle il periodo peggiore. In attesa di capire la data del recupero col Tor Pignattara, i ragazzi del presidente Marco Rocchi hanno conquistato il secondo successo consecutivo: dopo la vittoria sul difficile campo della Novauto, è arrivato lo squillante 5-1 interno contro il Real Montelanico.

Le parole di Lunardini

«Una partita dominata sin dall’inizio – dice il giovane centrocampista Francesco Lunardini – Nel primo tempo siamo andati subito in vantaggio con Ponzo, poi abbiamo sciupato altre occasioni e alla fine abbiamo subito il pari sull’unico tiro in porta, tra l’altro su un calcio di punizione regalato. Nella ripresa, però, siamo rientrati con ulteriore aggressività e ho segnato il 2-1 con un tiro al volo sul perfetto assist di Halauca: è stata la mia prima rete “tra i grandi” e la voglio dedicare ai compagni che mi hanno dato sempre fiducia. Il gol ha spezzato le gambe al Real Montelanico che è crollato e ha subito altre tre reti: due di Halauca e una ancora di Ponzo».

Il Rocca Priora si è così riportato a ridosso della zona Coppa Lazio… «Questa squadra non poteva stare nelle parti medio-basse della classifica – dice il centrocampista classe 2001 – Siamo un gruppo forte e un paio di settimane fa ci siamo guardati in faccia, decidendo di reagire tutti assieme. Ora, però, dobbiamo continuare a spingere».

Nel prossimo turno il Rocca Priora è atteso dal derby sul campo dell’Atletico Monteporzio. «Una partita sicuramente complicata: loro arrivano da una sconfitta e saranno sicuramente arrabbiati, tra l’altro in casa raramente perdono punti. Certo, se dovessimo vincere anche lì si aprirebbero degli scenari davvero molto interessanti».

Il baby centrocampista è il nipote di mister Paolo Lunardini. «E’ la prima volta che mio zio mi allena: l’effetto è strano perché il pregiudizio è sempre dietro l’angolo, ma i compagni non me l’hanno mai fatto pesare. L’anno scorso era al Praeneste in Promozione e ho perso praticamente metà stagione per un infortunio. Mi sono cominciato ad allenare qui e ho visto che c’era un bell’ambiente, sono contento di far parte di questo gruppo».

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Avatar

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *