Una grande Italia batte la Russia 3-0 e vince il torneo di Montreux

 Una grande Italia batte la Russia 3-0 e vince il torneo di Montreux


Si è chiuso con una splendida vittoria il torneo di Montreux della nazionale italiana femminile che in finale ha superato la Russia 3-0 (25-21, 30-28, 26-24). Una grande prova quella offerta dalla formazione di Davide Mazzanti, sia dal punto di vista tecnico che caratteriale. L’Italia, infatti, si è aggiudicata il successo grazie soprattutto a degli ottimi finali di set: nel terzo e quarto la nazionale tricolore ha saputo tirarsi fuori da situazioni complicate, rimontando sempre le avversarie.
Per la nazionale azzurra si tratta della seconda affermazione nello storico appuntamento svizzero: l’altra era arrivata nell’edizione 2004.
Il primo posto nel torneo rappresenta un’importante iniezione di fiducia in vista del Campionato del Mondo 2018 che si svolgerà in Giappone dal 29 settembre al 20 ottobre.
Le azzurre dopo alcuni giorni di riposo concluderanno il periodo di preparazione in Val Camonica (13-17 settembre), dove affronteranno l’Olanda in alcuni test amichevoli.
Nel match di oggi è brillata ancora la stella di Paola Egonu top scorer con 26 punti, seguita dalla coppia Danesi-Bosetti (12 p.). Ottima la prova delle azzurre a muro, in un fondamentale storicamente favorevole alle russe, Danesi (6 m) e compagne hanno prevalso (15 a 6).
Come formazione iniziale il tecnico azzurro ha schierato Malinov in palleggio, opposto Egonu, schiacciatrici Sylla e Bosetti, centrali Danesi e Chirichella, libero De Gennaro.
L’avvio non è stato dei migliori per le azzurre, mentre la Russia ha provato a scappare (4-8). Nel giro di poche azioni, però, le ragazze di Mazzanti hanno reagito e guidate da Egonu si sono portate al comando (14-11). Il muro tricolore ha mandato in crisi le russe, incapaci di reggere il ritmo di Malinov e compagne (20-14). Nel finale Goncharova ha cercato di riportare le compagne a contatto, ma l’Italia ha fermato ogni tentativo (25-21).
Equilibrata e combattutissima la seconda frazione, le due squadre hanno dato vita a un infinito botta e risposta (17-17). La parità si è protratta sino al 23-23, con la Russia che per prima ha avuto a disposizione la palla set. Le azzurre ne hanno cancellate alle avversarie ben quattro e poi con grande freddezza hanno chiuso al secondo tentativo: determinanti un attacco tutta tecnica di Lucia Bosetti e una muro di Paola Egonu (30-28).
Nel terzo set l’Italia ha sofferto la partenza lanciata delle avversarie (1-5) e ha impiegato alcuni scambi per scuotersi. Superato il momento di difficoltà con carattere e determinazione Egonu e compagne si sono lanciate all’inseguimento della Russia (12-15). La nazionale tricolore non ha sbagliato praticamente più nulla e punto dopo punto hanno cancellato il gap con le avversarie (20-20). Una volta agguantata la formazione russa, le ragazze di Mazzanti hanno allungato sul (23-21), ma una serie di errori ha permesso alle avversarie di tornare al comando (23-24). Come nel parziale precedente l’Italia ha tirato fuori gli artigli nel momento decisivo e annullata la palla set alla Russia, si è andata a prendere la vittoria (26-24) e il primo posto del torneo.

Tabellino: Italia – Russia 3-0 (25-21, 30-28, 26-24)

Italia: Malinov 2, Sylla 7, Danesi 12, Egonu 26, Bosetti 12, Chirichella 9. Libero: De Gennaro. Cambi, Parrocchiale,  N.e: Guerra, Melandri, Lubian, Ortolani, Nwakalor. All. Mazzanti

Russia: Goncharova 18, Krotkova 2, Zaryazko 5, Startseva 1, Fetisova 4, Parubets 9. Libero: Galkina. Voronkova 3, Malygina 1, Efimova 4, Romanova, Kotikova 6, Talysheva (L) N.e: Lyubushkina. All. Pankov

Arbitri: Espicalsky (Bra) e Wensheng (Cin).

Durata: 27′, 31′, 27’.

Italia: 2 a, 6 bs, 15 m, 20 et.

Russia: 4 a, 8 bs, 6 m, 13 et.

Risultati

9/9 Finale 3°-4° posto Brasile-Turchia 2-3 (16-25, 18-25, 25-23, 25-20, 13-15); Finale 1°-2° posto Italia-Russia 3-0 (25-21, 30-28, 26-24).

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Alfredo Di Costanzo

Alfredo Di Costanzo

http://www.iltabloid.it

Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *