Scherma, la giovane fiorettista Elena Tangherlini entra nella grande famiglia del Frascati Scherma

 Scherma, la giovane fiorettista Elena Tangherlini entra nella grande famiglia del Frascati Scherma


Il Frascati Scherma è sempre più “ombelico del mondo schermistico”. La società del presidente Paolo
Molinari (che tra l’altro da poche ore ha vissuto assieme alla moglie Sabrina la gioia della nascita dei
due gemellini Davide e Diego che si aggiungono all’altro figlio Jacopo) ha aggiunto un’altra freccia al
suo sempre più maestoso arco.

Si tratta di Elena Tangherlini (nella foto di Augusto Bizzi), fiorettista jesina che lo scorso 25 gennaio
ha compiuto venti anni: un’atleta molto talentuosa che potrà proseguire la sua crescita sotto la
conduzione tecnica del maestro Guido De Bartolomeo. Nel suo curriculum, tra le altre cose, si trovano
due campionati italiani Under 20 (con due bronzi), un bronzo individuale agli europei Cadetti (dove
ha conquistato anche un bronzo a squadre), un bronzo e un argento europeo a squadre anche nella
categoria Giovani, un bronzo ai campionati italiani Under 23 e un doppio terzo posto nelle recenti
prove di Coppa del Mondo.

Le parole di Elena Tangherlini

«Sentivo l’esigenza di fare un’esperienza nuova, lontano dalla mia città di origine –dice la Tangherlini – Ho avuto l’opportunità di entrare a far parte di un club prestigioso come il Frascati Scherma e l’ho colta al volo. Potermi allenare nella stessa palestra di atleti di grande spessore nazionale e internazionale non potrà che aiutare la mia crescita».

Quello in arrivo sarà un anno sportivo importante per la Tangherlini che affronterà la sua prima stagione da assoluta “pura”. «Il mio obiettivo è quello di crescere piano piano e il sogno è di approdare nella Nazionale di fioretto e magari di partecipare alle Olimpiadi».

Ambizioni importanti per la jesina che da oggi riprenderà la preparazione atletica e poi a settembre sosterrà i primi allenamenti alla “Simoncelli”. «Sono stato già nella palestra del Frascati Scherma e si tratta certamente di una bella struttura – rimarca la giovane fiorettista – Per quanto riguarda il mio futuro maestro, ho conosciuto De Bartolomeo nel corso di alcuni appuntamenti internazionali e sono convinta che può aiutarmi a migliorare».

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Avatar

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *