Il Rocca Priora non ferma la sua marcia nemmeno nel turno infrasettimanale del 25 aprile. La
squadra di mister Paolo Lunardini ha travolto con un netto 4-1 l’Atletico Genazzano nel match
giocato sul campo amico del “Montefiore” ed è rimasta in scia all’Atletico Zagarolo terzo della
classe e tra l’altro frenato domenica scorsa sull’1-1 grazie ad un gol di Mattia Magretti.

Le dichiarazioni di Mattia Magretti

«Quello è stato indubbiamente un punto importante – dice l’esterno offensivo classe 1997.
Eravamo sotto alla fine del primo tempo e poi siamo rimasti anche in dieci uomini per
l’espulsione di Torrice, ma per fortuna siamo riusciti a pareggiare i conti. Sono felice per
quel gol che è stato sicuramente pesante».

Magretti è stato tenuto prudenzialmente in panchina nel match con l’Atletico Genazzano per
un problema muscolare che lo sta condizionando negli ultimi giorni. «Ieri non abbiamo
giocato la nostra migliore partita, ma siamo comunque riusciti a chiudere la prima frazione
sul 3-1 a nostro favore con i gol di Halauca, Perugini e Casafina – dice il giovane esterno.
Nella ripresa ha arrotondato il punteggio Graziani, ma il risultato non è mai stato in bilico
nonostante gli avversari cercassero punti per migliorare la loro posizione di classifica».

Il Rocca Priora ha trovato un passo davvero notevole e ora ha un vantaggio di cinque punti
sulle quinte classificate (Real Rocca di Papa e Città di Valmontone). «La qualificazione in
Coppa Lazio è quasi cosa fatta con quattro partite ancora da giocare – ammette Magretti.
Non pensavo che potessimo occupare questa posizione di classifica fino a qualche mese fa,
ma ora siamo lì e non vogliamo accontentarci. Con la maglia del Rocca Priora ho già vinto
un campionato Juniores qualche anno fa e ora siamo di nuovo ai vertici della classifica in
Prima categoria. Abbiamo il terzo posto a un punto e anche il secondo della Roma VIII
(che però deve recuperare due partite, ndr) non è lontano: daremo il massimo da qui alla
fine della stagione e poi vedremo dove saremo arrivati».

Domenica delicata trasferta a Piglio per i castellani. «All’andata pareggiamo in extremis,
ma loro erano tra le possibili pretendenti per la vittoria finale e invece ora devono stare
attenti a non essere risucchiati in zona play out. Noi, però, dobbiamo giocare meglio di
quanto fatto con l’Atletico Genazzano se vogliamo uscire con una vittoria da quel campo»
conclude Magretti.