MotoGp, Qatar: le qualifiche Aprilia

 MotoGp, Qatar: le qualifiche Aprilia


Aleix Espargaró combatte fino all’ultima curva per la qualifica alla Q2 ma si ferma a un passo dal risultato e, col terzo tempo nel primo turno, guadagna la migliore casella della quinta fila. Lo spagnolo è stato tra i protagonisti della prima sessione delle qualifiche, su una pista resa insidiosa dalla sabbia portata dal vento dal vicino deserto, ha chiuso in 1’55.140, a mezzo secondo dalla seconda piazza che agli avrebbe valso il passaggio al turno successivo. Il buon passo gara che Aleix ha mostrato nel weekend lascia aperta ogni possibilità di far bene nella gara di domani.

All’esordio in qualifica sulla Aprilia RS-GP, Scott Redding si è ben comportato. Ha chiuso il suo giro migliore in 1’55.380 che ha significato il settimo nella sessione, diciassettesimo nello schieramento, e quindi la sesta fila. Anche per lui vale la considerazione di poter migliorare la sua posizione nella gara di domani che si annuncia estremamente incerta, con molti piloti racchiusi in distacchi minimi.

 

ALEIX ESPARGARO’

“Con il nuovo motore la mia Aprilia ha fatto un passo in avanti rispetto ai test precampionato, anche in termini di velocità di punta. La moto che sto guidando in questo weekend è nettamente migliorata rispetto all’inverno. Ora dobbiamo migliorare con la gomma nuova, per riuscire a togliere quei tre o quattro decimi che, nel giro secco, ci separano dai migliori. Ma per la gara di domani sono sicuro che ci saremo anche noi, abbiamo un buon passo e penso che potrò lottare per la top-10 anche se là davanti sono tutti davvero molto veloci”.

SCOTT REDDING

“In questo weekend stiamo soffrendo un po’ con il grip, sia davanti sia dietro. Onestamente ero preoccupato, ma oggi nelle FP4 siamo riusciti a fare un passo avanti sotto questo aspetto, dandomi maggiore feeling in vista della qualifica. Nella Q1 ho utilizzato la gomma morbida anteriore, cosa mai fatta nei test, e in realtà funzionava molto bene. Purtroppo non avevamo la seconda moto pronta con lo stesso tipo di pneumatico, quindi la seconda uscita l’ho fatta con gomma anteriore usata. La morbida pero’ va bene solo per un giro, quindi non sono riuscito a migliorarmi quanto avrei voluto. Va anche detto che si tratta del primo weekend di gara con il nuovo team e alcuni meccanismi vanno rodati. Abbiamo un buon passo gara, nonostante le condizioni della pista siano completamente diverse rispetto ai test”.

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Alfredo Di Costanzo

Alfredo Di Costanzo

http://www.iltabloid.it

Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *