Blaise Matuidi mancava dallo scorso 4 febbraio, quando era stato costretto ad uscire contro il Sassuolo per un infortunio ai flessori della coscia sinistra, ma a vederlo questa sera in campo contro l’Atalanta, sembrava davvero che non si fosse mai fermato. Inarrestabile, come sempre, il francese si gode il rientro e la conquista della finale di Coppa Italia: «Ho avuto bisogno di ritrovare il ritmo, e ora devo continuare a lavorare duro in allenamento – spiega Blaise – Quella di questa sera è stata una partita difficile, perché l’Atalanta è una bella squadra, ma abbiamo “compiuto la missione”, vincendo entrambi i match. È splendido essere in finale, per me è la prima con la Juve, e spero che ce ne saranno altre. Adesso pensiamo al campionato, ora pensiamo al campionato e alla sfida di sabato a Roma».

«In campionato stiamo facendo bene, ma anche il Napoli va forte – conclude Matuidi – È un momento cruciale, in cui dovremo affrontare due partite complicate, contro squadre molto forti come Lazio e Tottenham e dovremo cercare di fare risultato in entrambe».