Joan Mir (Leopard Racing) vince il GP d’Aragona e tocca quota 271 punti in classifica generaleIl titolo iridato è ad un passo. Bene gli italiani con Fabio Di Giannantonio (Del Conca Gresini Moto3) secondo al fotofinish ed Enea Bastianini (Estrella Galicia 0,0) terzo. Domenica no per Romano Fenati (Marinelli Rivacold).

A causa dei ritardi della mattinata nel segno della nebbia, la gara della classe leggera viene accorciata a tredici giri in modo da rispettare il programma della giornata. Jorge Martin (Del Conca Gresini Moto3) è stato autore della pole e, al fianco dello specialista del sabato, Bastianini. Una grande prova per il romagnolo a conferma del suo grande crescendo in questa ultima parte di stagione. Gomme a mescole medie per quasi tutti i piloti e si parte. La gara sarà la più breve della stagione e l’arrivo in volata renderà il risultato incerto.

La corsa di Mir è un crescendo fino alla ottava vittoria stagionale. Il maiorchino della categoria cadetta parte alla fine sella seconda fila. Resta al sicuro oltre le prime quattro posizioni per poi uscire nel finale. Lo fa alla sua maniera, in modo perentorio e con qualche scintilla con il Diggia. Gli avversari ci provano ma il passo di Mir sembra di altro livello e taglia il traguardo per primo con qualche metro di vantaggio sugli inseguitori. A fine gara Mir sarà punito per guida irresponsabile e, nel prossimo GP partirà arretrato di sei posizioni in griglia di partenza.

Fonte: motogp.com