ANGUILLARA – IL DRAGOLAGO DI VIGNA DI VALLE NUOVAMENTE CAMPIONE ITALIANO

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp
Nel primo week end di ottobre, tra 14 Società provenienti da tutta Italia, i padroni di casa della Canottieri Comunali vincono il titolo per la categoria ‘open’ ma nulla possono contro lo strapotere del Dragolago che ripete il brillante risultato del 2010 vincendo nelle categorie ‘femminile’ e ‘misto’.
Due giorni di vero agonismo con quasi trenta gare da disputare sulle distanze dei 200 e 500 metri, mentre nella splendida cornice fiorentina, l’Arno assiste al trionfo degli equipaggi di Vigna di Valle.
Sono partiti da Anguillara in poco più di cinquanta, tra atleti e accompagnatori, e con un dragone sul carrello, per misurarsi con il top italiano della disciplina del dragon boat. Sedici sono state le gare, tra batterie e finali, cui i sabatini hanno partecipato nelle tre diverse specialità.
Questi gli atleti che per l’ennesima volta hanno fatto onore alla tradizione della scuola di Vigna di Valle: Antonio Angelo, Elena Arduini, Cristiano Berardi, Lorenzo Bettini, Filippo Camerini, Lorenzo Cantoni, Marcello Casini, Brigida Costantini, Marco Cerioni, Vittorio Cipriani, Aurelia Cruciani, Giovanni Cruciani, Davide De Pascalis, Guara De Pascalis, Daniele Dickman, Mariella Di Lauro, Luca Felici, Roberta Filzi, Donatella Gobbi,  Davide Guidi,  Roberto Guidi, Elisa Iacovacci,  Emilio Iacovacci, Alessio Maestrelli, Alessia Marucci, Maurizio Mattioli, Francesco Mazzagane, Eleonora Paglia, Barbara Pica,  Lars Ram, Elisabetta Russo, Cristiana Salviati,  Aneta Sandru, Rino Serra, Anna Sirocchi,  Antonietta Sotgiu, Rossella Spanu, e ‘last but not least’, Alesssandro Vannucchi (il più giovane, 14 anni tamburino).
Timoniere e allenatore Augusto Filzi.
Presidente Malgeri, quali sono i prossimi appuntamenti?
“Con l’entusiasmo per aver vinto a Firenze siamo tornati a casa con il desiderio di partecipare alla gara continentale di Berna; è forse la più blasonata a livello europeo che vede normalmente la presenza di circa cinquanta dragoni. Una manifestazione che si svolgerà alla fine del mese di ottobre e che non avevamo in programma. Stiamo comunque studiando la possibilità di partecipare solo con equipaggio misto soprattutto per fare esperienza. Senza ancora uno sponsor le spese da sostenere per questo tipo di trasferte non sono poche. Ricordiamo inoltre che c’è bisogno di una buona imbarcazione e un dragone arriva a costare circa diecimila euro mentre una sola pagaia, in carbonio, mediamente cento cinquanta. Il Nostro sogno comunque resta quello di andare al campionato europeo che si svolgerà l’anno prossimo a Londra poco prima delle Olimpiadi”.
E se questi sono i risultati conseguiti finora, ci auguriamo vivamente riescano ad andare sia a Berna che a Londra perché così come è certo che ad Anguillara il Dragolago rappresenta una delle eccellenze della città, è ugualmente certo che sapranno farsi onore anche tra i più grandi in europa.

Renato Magrelli

Foto della manifestazione fiorentina gentilmente concesse da Anna. [foldergallery folder=”cms/file/BLOG/4668/” title=”4668″]

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp

Never miss any important news. Subscribe to our newsletter.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Never miss any important news. Subscribe to our newsletter.

Recent News

Editor's Pick