Carlos Checa ipoteca il titolo

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp

GARA 2 – Quando tutto sembra già definito, succede l’imprevisto, lo sa bene Rea che dopo aver dominato tutta la gara, è costretto al ritiro per un guaio tecnico alla sua moto al 17esimo giro. Ad imporsi è sempre lui, Carlos Checa, portando a casa la 12esima vittoria stagionale, accumulando un vantaggio sul suo diretto inseguitore Melandri di 97 punti. Con ancora 100 punti da assegnare, lo spagnolo non ha potuto festeggiare il titolo qui ad Imola (gli mancano solamente 3 punti), ma è chiaro che i giochi sono fatti e il titolo è cosa già scritta.

Sulla piazza d’onore ancora Haga, oggi in pieno stato di grazia, e un Camier che si ricorda di guidare l’Aprilia ufficiale campione del mondo uscente. Conferme anche per Laverty, 4°, che anche in gara 2 fa meglio di Melandri, solamente 6°, e Haslam, 5°. Finiscono nei primi dieci anche Guintoli, Lascorz, Aitchison e Badovini, ancora più in difficoltà in questa gara con una BMW che stenta a fare il salto di qualità.

Week end da dimenticare per la Suzuki e Michel Fabrizio che, dopo la caduta in gara 1, in gara 2 è costretto al ritiro per guai tecnici al cambio, lo stesso per Corser, Rolfo e Baiocco. Davvero un peccato invece per Alex Polita, che mentre si trovava in nona posizione, girando con lo stesso passo dei primi, è costretto al ritiro a causa della rottura del motore, dimostrando comunque il valore di questo pilota che, dal mio punto di vista, meriterebbe un’occasione nel mondiale SBK.

Appuntamento la prossima settimana a Magny Cours, dove sicuramente Checa e il Team Althea festeggeranno l’arrivo di un titolo mondiale che ad inizio campionato nemmeno loro avrebbero creduto possibile.

 

Questa la classifica

 

01- Carlos Checa – Althea Racing – Ducati 1198 – 21 giri in 38’04.538
02- Noriyuki Haga – Pata Racing Team Aprilia – Aprilia RSV4 Factory – + 4.631
03- Leon Camier – Aprilia Alitalia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory – + 15.159
04- Eugene Laverty – Yamaha World Superbike Team – Yamaha YZF R1 – + 17.195
05- Leon Haslam – BMW Motorrad Motorsport – BMW S1000RR – + 17.388
06- Marco Melandri – Yamaha World Superbike Team – Yamaha YZF R1 – + 18.533
07- Sylvain Guintoli – Team Effenbert Liberty Racing – Ducati 1198 – + 19.615
08- Joan Lascorz – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R – + 20.063
09- Mark Aitchison – Team Pedercini – Kawasaki ZX-10R – + 24.194
10- Ayrton Badovini – BMW Motorrad Italia – BMW S1000RR – + 28.485
11- Ruben Xaus – Castrol Honda – Honda CBR 1000RR – + 28.600
12- Federico Sandi – Althea Racing – Ducati 1198 – + 41.802
13- Maxime Berger – Supersonic Racing Team – Ducati 1198 – + 54.750
14- Javier Fores – BMW Motorrad Italia – BMW S1000RR – + 1’12.281

 

[nggallery id=23]

 

Emanuele Bompadre

 

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp

Never miss any important news. Subscribe to our newsletter.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Never miss any important news. Subscribe to our newsletter.

Recent News

Editor's Pick