Qualifiche in Giappone: Zarco fa la seconda pole





Johann Zarco (Monster Yamaha Tech 3) mette a referto il miglior tempo delle qualifiche a Motegi e segna la sua seconda pole position stagionale grazie al tempo di 1:53.469s. Ancora una giornata buia per le Yamaha ufficiali, la prima è quella di Valentino Rossi (Movistar Yamaha MotoGP) che resta fuori dalle prime dieci posizioni. Danilo Petrucci (Octo Pramac Racing) tiene alta la bandiera italianagrazie al secondo tempo con Andrea Dovizioso (Ducati Team) solo nono.

Marc Marquez (Repsol Honda) è da subito in testa alla classifica dei crono. Dopo aver dominato la FP4, il talento di Cervera prova a mettere a referto giri veloci su giri veloci ma non sarà il protagonista del sabato e, anche a causa di una sbavatura nell’ultimo tentativo di pole, è terzo.

Dovizioso si accoda al rivale in campionato sin dai primi passaggi ma alla fine conquisterà la terza fila. Meglio di lui Petrucci, che con il suo giro più veloce si ferma a pochi passi da Zarco; per il pilota Fiamme Oro è la quarta prima fila stagionale.

Il duo KTM arriva dalla Q1: Bradley Smith mette in tabella il tempi il settimo crono mentre Pol Espargaro strappa il secondo posto al romagnolo su Ducati quando alla fine mancano circa due minuti, ma con il mutare della classifica sarà ottavo. Più veloce è suo fratello Aleix che fa sognare il box Aprila Gresini. Nel corso del suo ultimo passaggio il numero 41 è davanti a tutti nei primi tre intertempi ma sotto la bandiera a scacchi è quarto davanti a Jorge Lorenzo (Ducati Team).




Valentino Rossi, durante i primi passaggi, prova la seconda M1 dotata di gomme slick. La pista si sta asciugando ma presenta ancora alcune parti molto umide ma il Dottore ci prova. Sarà una difficile sessione per Rossi che termina come dodicesimo dietro ad Andrea Iannone (Suzuki Ecstar).


Alfredo Di Costanzo
Informazioni su Alfredo Di Costanzo 3670 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*