F1, Monaco: prima fila tutta Ferrari

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp
monaco

La Scuderia Ferrari prenderà il via con entrambe le vetture in prima fila nel Gran Premio di Monaco che scatterà domani alle ore 15 CET. Charles Leclerc ha portato la F1-75 in pole position per la quinta volta su sette gare e potrà contare su Carlos Sainz al suo fianco. La qualifica di Monte Carlo è stata praticamente perfetta: Charles ha conquistato la sua quattordicesima pole – ora è quarto da solo nella classifica dei ferraristi di tutti i tempi, a una sola lunghezza da Felipe Massa – la numero 235 per la Scuderia, mentre si tratta della sessantottesima doppietta in qualifica.

Q3

Charles e Carlos non hanno avuto alcuna difficoltà nel portare le rispettive F1-75 all’ultima fase, per la quale avevano a disposizione due set di gomme Soft nuove ciascuno. Al primo tentativo Leclerc si è lanciato per primo così da evitare il traffico e ha stabilito un ottimo 1’11”376, mentre Sainz ha fermato i cronometri a 1’11”601 conquistando la seconda posizione. Dopo aver montato l’ultimo treno di Soft, i due ferraristi sono tornati in pista con l’obiettivo di migliorarsi ulteriormente. Entrambi stavano riuscendo nell’obiettivo – Charles sarebbe probabilmente andato sotto il muro del’1’11” – quando Sergio Perez è finito in testacoda colpendo le barriere prima del tunnel. Carlos, che arrivava poco dopo il messicano, per evitare la Red Bull ferma in mezzo alla pista si è girato a propria volta. La sua F1-75 ha colpito la vettura di Perez e a quel punto la direzione gara ha deciso di esporre la bandiera rossa che ha messo la parola fine alle qualifiche. Fortunatamente né Carlos né il pilota della Red Bull hanno riportato conseguenze.

Incognita meteo

Ora ci saranno da valutare e riparare i danni sulla vettura numero 55 che ha subito l’impatto nell’angolo posteriore sinistro. La corsa sarà come sempre lunghissima – 78 i giri da percorrere pari a 260,286 km – e potrebbe essere resa ancora più insidiosa dalla pioggia, attesa nel Principato dalla mattinata. Tecnici e piloti prepareranno questa notte tutti gli scenari possibili per farsi trovare pronti qualsiasi siano le condizioni di gara.

 

Charles Leclerc #16

 

“Sono molto soddisfatto della nostra performance fin qui questo weekend. Mi sono sentito sempre a mio agio in macchina e in Q3 ho iniziato a spingere un po’ di più. Il primo tentativo è stato buono, anche se credo che il secondo sarebbe stato uno dei giri più belli della mia carriera. Mi sono divertito un mondo e stavo spingendo al limite, avevo molto sovrasterzo e quindi sentivo il posteriore muoversi parecchio, ciononostante mi stava riuscendo tutto esattamente come volevo. È stato un peccato non poterlo portare a termine ma a Monaco è così, l’ultimo tentativo è sempre a rischio di bandiere gialle o rosse. Comunque siamo in pole e per questo sono molto contento. Domani, in qualsiasi condizioni si gareggi, partiremo dalla migliore posizione possibile e faremo di tutto per fare in modo che questo fine settimana continui liscio come è filato finora.”

 

Carlos Sainz #55

 

“In qualifica oggi è stato un crescendo fino al Q3 che purtroppo è stato piuttosto caotico. Al mio primo tentativo ho dovuto sorpassare entrambe le Mercedes e di sicuro ho lasciato per strada un paio di decimi, specie quando mi sono trovato con Hamilton alle piscine. Ero fiducioso che mi sarei migliorato nel secondo giro lanciato fino a che Perez non è andato a sbattere davanti a me. Ho fatto tutto il possibile per reagire velocemente ed evitare l’incidente, ma queste sono cose che possono capitare a Monaco. Purtroppo ancora una volta sono rimasto penalizzato dalle circostanze. Nel complesso la seconda posizione non è niente male in vista della gara di domani ed è stato un buon sabato per la squadra che ha conquistato tutta la prima fila creando le condizioni migliori per portare a casa molti punti domani. Sotto con la gara ora!”

 

Laurent Mekies, Racing Director

 

“Siamo molto contenti del risultato di questa qualifica. Monte Carlo è una pista unica nel suo genere, e il fatto che la F1-75 si sia dimostrata molto competitiva anche qui significa che a Maranello è stata costruita una macchina davvero buona. Complimenti a tutta la squadra e complimenti ai piloti che sono stati bravissimi. Il weekend di Monaco è sempre particolarmente intenso e sia Charles che Carlos sono stati in grado di gestire la pressione, il traffico e sono riusciti a far lavorare vettura e gomme nella maniera ideale. Charles è stato ancora una volta superlativo – e senza la bandiera rossa avrebbe ottenuto un tempo ancora migliore – e Carlos ha dimostrato fin dalla prima sessione di libere un ottimo affiatamento con la vettura che gli ha permesso di conquistare una prima fila che qui è importantissima. Purtroppo nel secondo tentativo è finito in testacoda per evitare Sergio Perez che aveva sbattuto prima del tunnel e non nascondo che ci siamo molto spaventati quando abbiamo visto le due macchine ferme in mezzo alla pista. A quel punto abbiamo sperato che la bandiera rossa venisse esposta il più presto possibile. Fortunatamente nessuno dei due si è fatto male, e ora analizzeremo nei dettagli i danni subiti dalla sua F1-75. Domani ci aspetta una gara lunghissima, che potrebbe anche essere resa più insidiosa e imprevedibile dalla pioggia. Questa sera ci prepareremo per farci trovare pronti in ogni condizione. Ci saranno tanti tifosi a sostenere noi e Charles, e vogliamo ripagarli.”

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp

Never miss any important news. Subscribe to our newsletter.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Never miss any important news. Subscribe to our newsletter.

Recent News

Editor's Pick