MotoGp, Jerez 2022: la pagella del Dicos

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp
motogp

PECCO BAGNAIA 10: Il predestinato della MotoGp vince, finalmente, la prima gara della stagione. Lo fa con il bottino pieno perché ad una gara condotta sempre al comando ha aggiunto anche la pole position. La prestazione è di quelle convincenti, senza sbavature e con una padronanza degli eventi da leader. Il campionato è ancora lungo e l’italiano potrà essere della battaglia a condizione che riesca a trovare quella continuità che, ad oggi, è mancata. Forza!

 

FABIO QUARTARARO 9+: Tra previsioni e passo di gara, il campione del mondo in carica era il favorito alla vittoria. Sulla sua strada, però, ha trovato un binomio semplicemente più efficace. La piazza d’onore e l’intelligenza di non farsi prendere dalla foga, gli permettono di allungare in classifica. Ottimo e abbondante!

 

ALEIX ESPARGARO 9: Terzo in griglia di partenza, terzo al traguardo. Una costanza prestazionale che premia il lavoro suo e del team. E’ bravo nell’approfittare degli errori altrui così come è lucido nel gestire le performance delle Michelin. Bravo!

 

MARC MARQUEZ 8,5: Sulla pista che ha segnato gli ultimi anni della sua formidabile carriera, l’8 volte campione del mondo limita i danni. Marc, anzi, con un controllo straordinario dimostra che pian pianino ritorna ad essere quel pilota che ha mandato in pensione riders come Mister 9 volte, Lorenzo e Pedrosa. Certo la vittoria continua ad essere un sogno ma va anche detto che la sua moto non è quella che tutti sognano, anzi…Vamos!

 

JACK MILLER 5: Continua l’involuzione dell’australiano. Ha affermato che avere Marquez dietro non è una situazione facile da gestire. Dimentica, però, che il teammate allo spagnolo gli ha dato oltre 10 secondi. A mio avviso è vittima anche del clima da non rinnovo nella squadra ufficiale. Malino!

 

JOAN MIR 6,5: Nono al semaforo rosso, sesto alla bandiera a scacchi. Risultato che, francamente, è poco se si hanno ambizioni iridate. Che fine ha fatto quel pilota costantemente a podio che ha vinto nel 2020?

 

DUCATI: Bene una ufficiale ma male tutte le private. Cosa è successo?

 

YAMAHA: Bene la 20, male le altre.

 

APRILIA: In forma.

 

HONDA: Sotto tono.

 

SUZUKI: Piccola delusione.

 

KTM: Grossa delusione.
[smiling_video id=”271431″]

var url271431 = “https://vid1aws.smiling.video//SmilingVideoResponder/AutoSnippet?idUser=1161&evid=271431”;
var snippet271431 = httpGetSync(url271431);
document.write(snippet271431);

[/smiling_video]

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp

Never miss any important news. Subscribe to our newsletter.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Never miss any important news. Subscribe to our newsletter.

Recent News

Editor's Pick