MotoGp, Indonesia: la pagella del Dicos 2022

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp
indonesia

MIGUEL OLIVEIRA 9,5: Settimo in griglia, primo alla bandiera a scacchi. Il portoghese è stato abile nell’approfittare delle condizioni critiche della pista a causa della pioggia ed è il nome inaspettato che ha tagliato per primo il traguardo. Un successo meritato che regala ottimismo per il prosieguo della stagione. Bravo!

 

FABIO QUARTARARO 9: Vuoi che la pista non è nemica della Yamaha, vuoi il cambio di pneumatico, vuoi il notevole talento nel polso, il carniere del francese parla di pole position e piazza d’onore. Risultati che, dopo l’esordio stagionale difficile, sono manna che cade dal cielo. Il campione del mondo, specie nelle tornate finali, ha mostrato una guida che avvisa gli avversari, specie quelli desmodromici: l’uomo da battere è lui. Forza!

 

JOHANN ZARCO 8,5: La posizione in griglia di partenza, le condizioni dell’asfalto e la marca della sua moto lasciavano, prima dello spegnimento del semaforo, presagire il dolce sapore della vittoria. Il risultato, sia chiaro, non è affatto male ma, personalmente, mi sarei aspettato qualcosina di più. Johann, comunque, è il primo ducatista alla bandiera a scacchi. Bravino!

 

JACK MILLER 6,5: Maluccio in qualifica, benino in gara. L’australiano è un altro che non ha massimizzato la chance di una gara bagnata. Anche in questa occasione gli è mancato qualcosa per fare la differenza, con l’aggravante di prenderle da un compagno di squadra privato. Sveglia!

 

ALEX RINS 7: L’emozione più forte è quella di aver battuto il teammate. La sua, a conti fatti, è una prestazione che suona come quel compitino che ti permette di superare l’esame ma senza menzione alcuna. Discreto!

 

JOAN MIR 6,5: L’ex campione del mondo è disastroso in qualifica e insufficiente in gara. Le prende, seppur di poco, dal compagno di squadra La sua, insomma, non è la classica gara da ricordare. Anonimo!

 

FRANCO MORBIDELLI 5,5: Doveva essere la gara del riscatto ma è stata la gara dove l’unico aspetto degno di nota è l’essere il primo italiano al traguardo. Un bottino a dir poco magro. Rimandato!

 

ENEA BASTIANINI 5: Per il vincitore della prima prova dell’anno la trasferta indonesiana ha di positivo solo il fatto che il riminense è ancora il leader in classifica. In difficoltà!

 

PECCO BAGNAIA 4: Il favorito al titolo, specie per una certa stampa nostrana, arriva sul circuito di Mandalika con l’obbligo di riscattare l’errore commesso in Qatar. I presupposti per fare bene c’erano tutti visto che, tra l’altro, da pilota ufficiale ha la possibilità di indirizzare lo sviluppo della moto. Purtroppo, tra qualifiche e gara, Pecco sembra il lontano parente di quel pilota che nel finale di stagione scorso sembrava imbattibile. Forse non regge le notevoli pressioni del ruolo così come, forse, il team non riesce a fare quadrato intorno al suo alfiere. I fatti dicono, ancora una volta, una prova anonima ed una batosta dai privati che guidano una moto che ha lo stesso nome. Nulla è ancora compromesso ma se non si cambia registro, l’italiano rischia di diventare un’altra bella promessa non mantenuta. Bocciato!

 

KTM: Piacevolmente competitiva.

 

YAMAHA: Resuscitata solo nei polsi del Diablo.

 

DUCATI: Grande è la confusione sotto il cielo desmodromico…

 

SUZUKI: Non ancora competitiva.

 

APRILIA: Cartellino timbrato.

 

HONDA: Naufragata.

 

IMBECILLI: Purtroppo il motociclismo non riesce a liberarsi di alcuni personaggetti che non perdono occasione per evidenziare il loro essere deficiente. Come si fa a gioire della caduta di Marquez e a parlare di karma?

 

Fonte foto: pagina Facebook MotoGp
[smiling_video id=”251892″]

var url251892 = “https://vid1aws.smiling.video//SmilingVideoResponder/AutoSnippet?idUser=1161&evid=251892”;
var snippet251892 = httpGetSync(url251892);
document.write(snippet251892);

[/smiling_video]

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp

Never miss any important news. Subscribe to our newsletter.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Never miss any important news. Subscribe to our newsletter.

Recent News

Editor's Pick