MotoGp, Qatar 2022: la pagella del Dicos

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp
qatar

ENEA BASTIANINI 10: La prima gara del campionato ci regala la favola di Enea, la cui classe, grinta, determinazione e voglia hanno piegato gli avversari. L’italiano è stato semplicemente perfetto ed ha saputo sfruttare al meglio le potenzialità della sua desmosedici sin dalle prove. In gara, poi, ha usato il cervello ed ha sferrato l’attacco decisivo al momento giusto. Vederlo festeggiare sul podio insieme a Nadia Padovani, vedova di Fausto Gresini, ci ha fatto vivere l’emozione di una favola, quella di donne e uomini che forti della loro passione e delle loro capacità hanno saputo farcela. Stupendo!

 

BRAD BINDER 9: Settimo al via, piazza d’onore al traguardo. Il tutto su una pista a lui ostica e in sella ad una moto che, frettolosamente, da molti è stata etichettata ancora non competitiva. Ottimo!

 

POL ESPARGARO 8,5: Lo spagnolo è la seconda sorpresa della gara. Quella del Qatar non gli piace tanto come pista e nel suo box c’è sempre l’ombra ingombrante di Marquez. Il ragazzo di Granollers, però, sin dalle prime battute è stato tra i protagonisti ed ha fatto suo l’ultimo gradino del podio. Soprattutto ha lanciato un messaggio forte: lui e la Honda ci sono. Bravo!

 

ALEIX ESPARGARO 8: Solo 9 decimi hanno separato l’alfiere dell’Aprilia dal podio. Un distacco che, però, non oscura la bella prestazione. Un risultato che premia gli sforzi suoi e della squadra italiana ma che, soprattutto, evidenzia la poca competitività del teammate, nonostante il blasone della carriera. Un buon inizio del lascia ben sperare. Complimenti!

 

MARC MARQUEZ 7: La sua gara va letta alla luce anche di quanto ha vissuto negli ultimi mesi, L’8 volte campione del mondo è reduce da un infortunio e da un disturbo fisico (diplopia) abbastanza grave. Mentre gli altri si preparavano in vista dell’inizio stagione, lui è stato costretto a leccarsi le ferite. Praticamente per lui questa è stata la prima gara dopo mesi non proprio piacevoli. Ha usato la testa ed ha ragionato in ottica mondiale. I titoli, lo ha imparato a sue spese, si vincono anche con il raccogliere il massimo quando non è giornata. Per lui non è più periodo di rischi. Bene ma non tanto!

 

JOAN MIR 6,5: Tutto sommato la sua è una buona affermazione perché, tra quelli papabili per il titolo, è giunto al traguardo senza troppi rischi, prendendole solo da Marquez. Benino!

 

FABIO QUARTARARO 5,5: Se l’anno scorso l’esordio era stato dolce, quest’anno il sapore è quello amaro della nona posizione. La sua moto non solo è anemica di cavalli ma ha sofferto di pressione allo pneumatico anteriore. Un problema che ha rallentato non poco la sua azione. Per il campione del mondo l’inizio è in salita ed urge, da parte della Yamaha, un cambio di rotta. Sveglia!

 

PECCO BAGNAIA 2: Già durante il pre gara il favorito al titolo ha mostrato un certo nervosismo. Le qualifiche, poi, hanno evidenziato che i privati che guidano la stessa marca di moto sono tremendamente più efficaci di lui. Allo spegnimento del semaforo, infine, ha mostrato un limite nella lettura della gara a dir poco imbarazzante. Il suo fine settimana, insomma, è stato negativo. Qualcuno dice che il tutto nasce dal fatto che ancora non hanno compreso come sfruttare al meglio le nuove armi della sua Ducati. Speriamo sia così ma i titoli si vincono anche senza cadere nella trappola della tensione. Bocciato!

 

DUCATI: Bella la privata, da incubo la ufficiale.

 

KTM: sorprendente.

 

HONDA: Consistente.

 

APRILIA: In progresso.

 

SUZUKI: Promette bene ma…

 

YAMAHA: la grande sconfitta.

Fonte foto: pagina Facebook Motogp

 

 
[smiling_video id=”246813″]

var url246813 = “https://vid1aws.smiling.video//SmilingVideoResponder/AutoSnippet?idUser=1161&evid=246813”;
var snippet246813 = httpGetSync(url246813);
document.write(snippet246813);

[/smiling_video]

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp

Never miss any important news. Subscribe to our newsletter.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Never miss any important news. Subscribe to our newsletter.

Recent News

Editor's Pick