F1, Russia: la gara delle Ferrari

 F1, Russia: la gara delle Ferrari


La Scuderia Ferrari Mission Winnow ha conquistato il quarto podio di questa stagione nel Gran Premio di Russia grazie a Carlos Sainz, che ha finito la gara al terzo posto. Charles, che partiva dal fondo dello schieramento, è stato autore di una prova maiuscola ma è rimasto a mani vuote nel finale rocambolesco provocato dall’arrivo della pioggia.

Un gran primo giro

Sia Carlos che Charles sono stati autori di un bellissimo primo giro. Lo spagnolo, che partiva dal lato sporco della pista, è riuscito non soltanto a difendersi da chi partiva alle sue spalle ma anche a sfruttare la scia per superare Lando Norris e portarsi così al comando. Charles, che partiva dall’ultima fila, è passato sul traguardo del primo giro in dodicesima posizione dopo aver effettuato ben sette sorpassi.

Questione di gomme

Da lì in avanti la corsa dei due ferraristi è stata caratterizzata dal rendimento degli pneumatici. Carlos, che partiva con le Medium, ha cominciato a patire dopo una decina di giri la formazione di un po’ di graining che lo ha portato ad anticipare il pit-stop rispetto agli avversari diretti mentre con le Hard la situazione è stata migliore e lo spagnolo era in terza posizione all’arrivo della pioggia. Charles con le Hard ha dimostrato di avere un ottimo passo e anche sulle Medium il monegasco è stato competitivo, tanto da ritrovarsi in piena lotta un buon piazzamento prima del finale rocambolesco.

Tempismo

Con la pista che progressivamente diventava sempre più bagnata, la scelta del momento in cui cambiare gli pneumatici è stata determinante: se con Carlos è andato tutto bene, con Charles il ritardo di un paio di giri è stato pagato a carissimo prezzo, privando il monegasco della soddisfazione di un bel bottino di punti che sembrava alla sua portata.

Prossima fermata Istanbul. Ora il Mondiale si ferma per una settimana. Si tornerà in pista per il sedicesimo appuntamento dall’8 al 10 ottobre per il nono Gran Premio di Turchia, sul circuito dell’Istanbul Park.

 

Carlos Sainz #55

“Questo è stato un weekend tosto ma positivo per me, fatto di una buona qualifica e di una gara all’attacco nella quale ho dato tutto me stesso. Sono riuscito a partire in modo perfetto nonostante scattassi dalla parte sporca della pista e ho tirato la staccata in curva 2 prendendomi tutti i rischi del caso per sorpassare Lando all’esterno e conquistare la prima posizione. Purtroppo dopo pochi giri abbiamo iniziato ad accusare del graining sulle gomme e non ho potuto tenere la testa della corsa più a lungo dovendomi fermare anticipatamente per il pit stop. Dopo la sosta abbiamo fatto un ottimo lavoro nella gestione della gomma Hard finché eravamo nel traffico, mentre spingevamo quando avevamo pista libera e così facendo ci eravamo garantiti senza troppi patemi la terza posizione. Poi però è arrivata la pioggia e tutto si è complicato. Con le Hard che avevo in macchina è stato subito chiaro che avremmo dovuto fermarci per passare alle gomme intermedie e insieme alla squadra credo che abbiamo azzeccato alla perfezione il momento in cui fermarsi, confermandoci in terza posizione. È un piazzamento da podio e non possiamo che essere felici per questo, ma come squadra dobbiamo analizzare cosa si può far meglio per essere certi che la prossima volta una Ferrari si trovi al comando e di essere meno vulnerabili rispetto ai nostri avversari. C’è tempo prima della prossima gara e ci prepareremo al meglio anche sotto questo aspetto.”

 

Charles Leclerc #16

“Che finale deludente per una gara che fino alle fasi finali era stata estremamente positiva! Sono partito bene, guadagnando diverse posizioni. Tutto sembrava andare per il meglio, il mio passo era solido e riuscivo a sorpassare senza troppa fatica. Poi ogni cosa è cambiata quando è cominciato a piovere nel finale di gara. Carlos era davanti e ha deciso di fermarsi per montare gomme intermedie, mentre io avevo ancora dei dubbi. Ho provato ad andare avanti un altro giro con le slick sperando che la pioggia diminuisse, ma invece ha cominciato a diluviare ed è stato impossibile continuare senza cambiare le gomme anche se mancavano solo due giri al termine. Quello stop ha messo la parola fine alla mia gara ed è stato un peccato enorme. Congratulazioni a Carlos e alla squadra per aver portato a casa questo splendido terzo posto.”

 

Mattia Binotto, Team Principal

“Una gara molto intensa e difficile quella di oggi, terminata con un piazzamento sul podio. Quello di Carlos è stato un ottimo weekend, tanto ieri in qualifica quanto oggi in gara: il terzo posto rappresenta una bella ricompensa per il lavoro svolto. Charles resta a mani vuote al termine di un weekend che era cominciato in salita con la penalità ma che, oggi in gara, ha messo ancora una volta in luce il suo grande talento: una partenza bellissima, un ottimo passo di gara e la giusta aggressività quando si è trattato di sorpassare. Sappiamo che come squadra dobbiamo sempre cercare di migliorarci in ogni area. Qui abbiamo introdotto un aggiornamento del sistema ibrido della power unit che ha reso secondo le aspettative e che ci ha dato qualcosa in più in termini di prestazione. Però non siamo stati perfetti in altre aree – penso ai pit-stop e alla gestione della scelta degli pneumatici con Charles in quell’ultimo, caotico frangente di gara mentre con Carlos le cose hanno funzionato a dovere – e faremo tesoro dell’esperienza acquisita oggi.”

Fonte: ferrari.com

var url200747 = “https://vid1aws.smiling.video//SmilingVideoResponder/AutoSnippet?idUser=1161&evid=200747”;
var snippet200747 = httpGetSync(url200747);
document.write(snippet200747);

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Alfredo Di Costanzo

http://www.iltabloid.it

Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *