Un Napoli stellare al Maradona travolge la Juve di Allegri

 Un Napoli stellare al Maradona travolge la Juve di Allegri


Siamo soltanto all’11 settembre, data tra l’altro molto triste per la storia recente, oggi infatti ricorrono 20 anni dall’attacco alle Torri Gemelle.

Molti di noi non hanno ancora riposto teli da mare e costumi da bagno.

E’ appena la terza di campionato, dopo la sosta nazionale, e già si gioca una delle partite più sentite della Serie A.

Napoli Juventus è da sempre, infatti, una gara carica di emotività e ricca di appeal.

Una partita molto sentita dai tifosi, ma soprattutto dalle due compagini in campo.

E così, come spesso accade, tutte le aspettative riposte, tutto il chiacchiericcio che la precedono, e tutta l’emotività dei calciatori che la giocano, rischiano di compromettere l’andamento della gara.

La Juve, scende in campo senza molti dei suoi titolarissimi, ma con dei sostituti di tutto rispetto, da far invidia ad una qualsiasi squadra di serie A.

Il Napoli con un centrocampo rimaneggiato, con il nuovo innesto Anguissa ed il ritrovato Oshimen dopo la riduzione della squalifica.

Nei primi sette minuti in campo c’è solo il Napoli, poi al 10′ una grossa ingenuità di Manolas consente alla Juve di andare in vantaggio con gol di Morata. Il bianconero non era mai andato a segno con il Napoli nelle precedenti partite giocate.

La partita si mette inevitabilmente in salita per gli azzurri che comunque ci provano, come dimostrano le statistiche, contro una Juve che, però, si chiude molto bene in difesa e non consente aperture.

Il primo tempo finisce sullo 0-1, possesso palla Napoli e 8 calci d’angolo a zero per gli azzurri che raccontano un po’ l’andamento del match nei primi 45 minuti.

Si riparte dopo la pausa con gli azzurri che spingono per trovare il pareggio, che arriva al 57’con Politano che approfitta della respinta di Szczesny su un tiro non irresistibile di Lorenzo Insigne.

Si torna in parità e si riaprono i giochi. E’ subito un’altra gara.

Al 71’ Lozano prende il posto dell’autore del gol Politano.

Subito dopo preoccupazione per lnsigne che tenendosi il ginocchio chiede il cambio alla panchina. Al suo posto Zielinsky.

Il vantaggio degli azzurri arriva all’87’ con il gol di Koulibaly che sulla respinta del numero 1 bianconero da un calcio d’angolo, non sbaglia e la mette dentro.

Nota positiva per gli azzurri, il nuovo acquisto del Napoli Anguissa. Ottima la prima  per lui al Maradona.

Napoli stellare, decisamente superiore alla Juve che ha tentato di tenere il risultato ma che quasi mai ha impensierito seriamente Ospina.

Una grande prova di personalità degli azzurri che nonostante lo svantaggio hanno sempre creduto nella rimonta.

Si torna in campo giovedì alle 18.45, contro il Leicester.

 

 

 

Fonte foto  pagina Facebook SScNapoli

var url197718 = “https://vid1aws.smiling.video//SmilingVideoResponder/AutoSnippet?idUser=1161&evid=197718”;
var snippet197718 = httpGetSync(url197718);
document.write(snippet197718);

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *