La nuova Prima categoria della Virtus Divino Amore Calcio ha debuttato con un successo nella stagione 2019-20. Nel primo dei test amichevoli in programma, la formazione dei tecnici Fabio Petruzzi e Andrea Fagiolo ha battuto con un bel 4-1 l’Under 19 nazionale del Pomezia grazie alla tripletta di Toppi e al gol di D’Amanzo.

“Eravamo un po’ appesantiti dai primi giorni di lavoro, ma è stato comunque un buon test e alla fine credo che le indicazioni siano state complessivamente positive” è il commento di Giuseppe Matarazzo, difensore o centrocampista centrale classe 1979 che rappresenta la “vecchia guardia” del club ardeatino assieme ad altri elementi di lunga militanza. “Sta nascendo un gruppo molto interessante: la società ha fatto sforzi notevoli nel corso dell’estate andando a prendere elementi di grosso spessore tecnico e il ripescaggio ha cancellato l’amarezza per una scorsa stagione che è stata molto sofferta. Chi come noi l’ha vissuta ha una forte voglia di riscatto e quindi in questa stagione cercheremo di ritagliarci un ruolo da protagonisti”.

Anche per questi motivi l’esperto giocatore ha deciso di continuare la sua avventura da atleta. “Non potevo smettere dopo un’annata come quella dello scorso anno. Certo, se vincessimo il campionato magari avrei voglia di continuare anche in Promozione…” sorride Matarazzo che poi parla del suo ruolo. “Al momento i mister mi stanno provando da difensore centrale e per me va bene così, in ogni caso sono a disposizione”.

A proposito di allenatori, il classe 1979 parla anche dell’impatto con mister Petruzzi. “Molto positivo: un tecnico che può mettere a disposizione del gruppo la sua lunga esperienza tra i professionisti è certamente un valore aggiunto. Inoltre con mister Fagiolo che noi già conoscevamo si è creata una bella sintonia e il gruppo è pronto a seguirli”.

Sarà un anno importante anche per i tanti giovani del vecchio gruppo della Juniores della Virtus Divino Amore, già in pianta stabile in prima squadra nello scorso torneo. “Anche loro hanno pagato le sofferenze dell’ultimo campionato, ma sono ragazzi con qualità che possono dare un contributo importante”.

La chiosa di Matarazzo è sul girone. “E’ molto tosto, ma la Prima categoria è sempre un campionato complicato. Noi, però, come detto vogliamo provare a stare nelle parti alte della classifica”.