Sbk, 2 manche: vittoria di Bautista

 Sbk, 2 manche: vittoria di Bautista


Il Campionato del mondo MOTUL FIM Superbike non smette mai di sorprendere e Gara 2 a Portimao ne è stata un’ulteriore conferma. Alvaro Bautista (ARUBA.IT Racing – Ducati) è tornato sul gradino più alto del podio nonostante il dolore alla spalla che si porta dietro dal Round negli Stati Uniti, Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK) smette di vincere ma termina comunque col secondo posto davanti ad un sempre più protagonista Toprak Razgatlioglu (Turkish Puccetti Racing).

Il quattro volte campione del mondo ha fatto un’ottima partenza dalla pole position al contrario del suo rivale Bautista che non ha saputo sfruttare la partenza per migliorare la posizione di partenza. Buono invece lo scatto di Razgatlioglu veloce e subito in grado capace di prendersi il secondo posto davanti a Leon Haslam (Kawasaki Racing Team WorldSBK). Alex Lowes was fourth (Pata Yamaha WorldSBK Team) e il suo compagno di box Michael van der Mark si trovavano rispettivamente in quinta e sesta posizione davanti a Bautista ma lo spagnolo stava aspettando il momento giusto per attaccare.

Poco dopo infatti lo spagnolo della Ducati era attaccato alle ruote di Van der Mark quando il primo giro non era ancora concluso e ha poi raggiunto Lowes due giri più tardi. Il pilota di Toledo non si è fermato e ha continuato a lavorare per raggiungere il gruppo di testa, il suo obiettivo era quello di prendere Rea quando c’erano ancora 15 giri a disposizione. La giovane stella turca non è stata a guardare e ha saputo usare a suo favore la situazione per andare al comando della corsa.

Con Razgatlioglu e Bautista in testa, Rea non aveva scelta: doveva reagire per riprendere il controllo della gara. Nel frattempo Haslam era impegnato in un duello con i due alfieri del Pata Yamaha, ogni minimo errore sarebbe stato molto costoso perché i primi sei piloti era racchiusi in appena un secondo. Un giro più tardi, Bautista ha potuto sfruttare la potenza del motore della sua Ducati per riprendere la prima posizione, una piazza che non ricopriva dal Round di Misano.

Jonathan Rea è rimasto dietro seguito da Razgatlioglu ma le sue forze e la sua attenzione erano concentrate per raggiungere Bautista. Il ritmo dei primi era davvero alto e il gruppo di comando di è ridotto da sei a tre e Lowes è riuscito a superare Haslam a 10 giri dalla fine.

Un altro protagonista di Gara 2 è stato Loris Baz (Ten Kate Racing – Yamaha) che si è battuto per il quarto posto contro Tom Sykes (BMW Motorrad WorldSBK Team) e Jordi Torres (Team Pedercini Racing), nono, alle spalle di Marco Melandri (GRT Yamaha WorldSBK).

Mentre il distacco tra Bautista e Rea aumentava, Razgatlioglu si stava assicurando un terzo posto sicuro mentre la battaglia per il quarto posto era una questione tra Alex Lowes e Leon Haslam impegnati a scambiarsi la posizione fino a cinque giri dalla fine.
Alla curva 3 Michael van der Mark ha piazzato la sua Yamaha davanti ad Haslam mentre Baz provava ad inseguire. L’inglese della Kawasaki è andato di nuovo all’attacco prendendosi il quinto posto alle spalle del connazionale Lowes.

All’ultimo giro, il distacco si era ridotto vertiginosamente e Rea era sempre più vicino a Bautista, impegnato a difendere il primato. Lo spagnolo è così tornato a vincere la sua prima gara a Portimao. Rea si è accontentato del secondo posto mentre Razgatlioglu sale sul podio per l’ottava volta in questa stagione. Il quarto posto permette a Lowes di riprendersi il terzo posto in classifica generale visto che ha preceduto Haslam e Baz mentre Michael van der Mark lascia Portimao col settimo posto.

Marco Melandri ha fatto del suo meglio e ha tagliato il traguardo in ottava posizione mentre Tom Sykes è riuscito a battere Sandro Cortese (GRT Yamaha WorldSBK) che chiude la top 10. Jordi Torres ha mancato l’obiettivo dei primi dieci e termina in 11esima posizione seguito da Michael Ruben Rinaldi (BARNI Racing Team), Markus Reiterberger (BMW Motorrad WorldSBK Team), Eugene Laverty (Team Goeleven) e Leandro Mercado (Orelac Racing VerdNatura) a chiudere la zona punti.

Il distacco per la corsa verso il titolo iridato è ora di 91 punti ma la battaglia per il terzo posto è ancora molto accesa a tutto può ancora succedere visto che 45 punti tengono racchiusi sette piloti che aspirano alla medaglia di bronzo.

Fonte: worldsbk.com

Загрузка...


Alfredo Di Costanzo

Alfredo Di Costanzo

http://www.iltabloid.it

Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *