SBK: la Ducati torna in azione questo weekend in Andalusia

 SBK: la Ducati torna in azione questo weekend in Andalusia


Dopo gli ultimi appuntamenti di Assen e Imola in cui si sono svolte soltanto due delle tre gare Superbike in programma a causa delle inclemenze meteorologiche, il Mondiale SBK torna in azione questo weekend sulla pista andalusa di Jerez de la Frontera, dove si preannuncia un round con condizioni meteo estive.

I piloti del team Aruba.it Racing – Ducati, Álvaro Bautista e Chaz Davies, si sono preparati per il sesto round con due giorni di test collettivi svolti la scorsa settimana sul circuito di Misano, e quindi arriveranno all’appuntamento spagnolo pronti a lottare per la vittoria dopo i due successi di Rea su Kawasaki a Imola.

Forte di undici vittorie su tredici gare, Bautista scenderà in pista ancora saldamente al comando della classifica con 263 punti. Per il 34enne di Talavera de la Reina si tratta della prima gara su una SBK a Jerez, ma avendo gareggiato stabilmente in MotoGP dal 2010 conosce molto questo tracciato che torna nel calendario dopo un anno di assenza.

Per il compagno di squadra Chaz Davies, gara 1 di questo weekend sarà la sua 190esima partecipazione nel Mondiale SBK, inoltre il 32enne pilota Gallese in passato ha trionfato ben tre volte qui a Jerez. Chaz è ancora alla ricerca della sua prima affermazione in questa prima stagione in sella alla Panigale V4 R e il tracciato misto-veloce di Jerez potrebbe essere quello giusto per rompere un digiuno di vittorie che dura dall’aprile dello scorso anno.

Delle 12 gare disputate finora a Jerez, sono risultati vittoriosi piloti Ducati per ben 5 volte, i quali in due occasioni hanno addirittura ottenuto la ‘doppietta’, una volta per Davies nel 2016 e una volta per il leggendario francese Raymond Roche nel 1990.

Il team Aruba.it Racing – Ducati sarà in pista venerdì alle 10:30 CET per la prima sessione di prove libere, mentre il programma del weekend vedrà lo svolgimento di Gara 1 alle ore 14:00 del sabato, la Superpole Race alle 11:00 della domenica, seguita da Gara 2 alle ore 14:00.

Álvaro Bautista (Aruba.it Racing – Ducati #19) – 1° (263 punti)
“Dopo l’ultimo round di Imola, la prossima gara in calendario è quella di Jerez, un tracciato che conosco molto bene, e quindi spero che torni tutto nella normalità. La settimana scorsa abbiamo girato a Misano per due giorni con buone sensazioni anche se le condizioni non erano le migliori. È stato un test importante e positivo per una serie di motivi, sempre in ottica futura, ci siamo concentrati svolgendo delle comparazioni su alcuni componenti piuttosto che cercare il miglior tempo. Per me Jerez è un’altra pista di casa, quindi speriamo di divertirci e soprattutto far divertire tutto il pubblico spagnolo.”

Chaz Davies (Aruba.it Racing – Ducati #7) – 6° (85 punti)
“Non vedo l’ora di scendere in pista a Jerez, dove incontreremo uno scenario e un clima molto diverso da quello che abbiamo vissuto negli ultimi due round e dove sicuramente farà molto caldo questo weekend. Nel corso degli anni i miei risultati a Jerez sono stati un po’ altalenanti ma ciononostante sono riuscito a vincere tre volte, quindi sono certo di poter lottare per le posizioni che contano. Speriamo di ripartire dalla base dell’ultima gara di Imola, dove abbiamo fatto un bel passo avanti, e di continuare a migliorare la Panigale V4 R sui prossimi circuiti.”

Il Circuito di Jerez de la Frontera
Costruito nel 1986, il circuito di Jerez ha ospitato il suo primo Round del Campionato Mondiale Superbike nel 1990, quando il pilota francese Raymond Roche ha ottenuto una ‘doppietta’ su Ducati. Il circuito è circondato dalle colline all’interno di una valle in Andalusia, nel sud della Spagna, uno scenario spettacolare contraddistinto da condizioni meteorologiche quasi sempre ottimali. Le gradinate consentono di ospitare oltre 100.000 spettatori, e il tracciato è stato riasfaltato nel 2017, l’ultima volta che la SBK ha corso a Jerez.

Record del Circuito: Melandri (Ducati), 1’38.960 (160,90 km/h) – 2017
Giro più veloce: Rea (Kawasaki), 1’40.640 (158,22 km/h) – 2017
Lunghezza pista: 4,423 km
Lunghezza gara: 2 x 20 giri (88,460 km), 1 x 10 giri (44,230 km)
Curve: 13 (5 a sinistra, 8 a destra)

Risultati 2017 (round non disputato nel 2018)
Gara 1: 1. Rea (Kawasaki); 2. Davies (Ducati); 3. Sykes (Kawasaki)
Gara 2: 1. Rea (Kawasaki); 2. Melandri (Ducati); 3. Davies (Ducati)

Álvaro Bautista
Moto: Ducati Panigale V4 R
Numero di gara: 19
Età: 34 (nato il 21 novembre 1984 a Talavera de la Reina, Spagna)
Gare SBK: 13
Prima gara SBK: 2019 Phillip Island
Vittorie: 11
Prima vittoria: 2019 Phillip Island
Pole: 3
Prima Pole: 2019 Buriram
Titoli Mondiali: 1 (2006 125cc)

Chaz Davies
Moto: Ducati Panigale V4 R
Numero di gara: 7
Età: 32 (nato il 10 febbraio 1987 a Knighton, Gran Bretagna)
Gare SBK: 189
Prima gara SBK: 2012 Imola
Vittorie: 29
Prima vittoria: 2012 Nürburgring
Pole: 6
Prima Pole: 2015 Laguna Seca
Titoli Mondiali: 1 (2011 Supersport)

Загрузка...


Alfredo Di Costanzo

Alfredo Di Costanzo

http://www.iltabloid.it

Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *