Il penultimo turno di campionato (giocato in contemporanea nel pomeriggio per le squadre di vertice del girone F di Prima categoria) ha riservato un’enorme sorpresa al Rocca Priora. La squadra di mister Paolo Lunardini ha violato con un rotondo 3-0 il difficile campo del Città di Valmontone e ha visto clamorosamente perdere tutte le dirette concorrenti: la Novauto (ex capolista a braccetto) con il Real Rocca di Papa in casa, il Valle Martella a Montelanico e l’Atletico Monteporzio in casa contro la Semprevisa.

“Non mi sarei mai aspettato simili risultati – dice il centrocampista classe 1986 Simone Perugini – Ora ci manca un punto per il primo posto e il conseguente salto in Promozione”.

Il Rocca Priora dovrà attendere, però, fino a domenica 26 maggio: il comitato regionale, stante il rinvio per maltempo della gara tra Dinamo Labico e Crystal Pioda (decisiva nella corsa salvezza), ha deciso in maniera abbastanza curiosa di recuperare quel match domenica prossima e di far slittare l’intero ultimo turno di una settimana. “Un provvedimento che infastidisce un po’ perché dopo la vittoria di Valmontone avremmo voluto giocare subito e chiudere il discorso sul primo posto, ma siamo concentrati sull’obiettivo e continueremo a lavorare con grande impegno” dice Perugini che fa un passo indietro per commentare la sfida di Valmontone.

“E’ stata una prova quasi perfetta. Dopo lo “schiaffo” della domenica precedente rimediato dallo Sporting San Cesareo (che si era imposto al “Montefiore”, ndr), la squadra è entrata in campo cattiva e determinata. Nel primo tempo Halauca ha sbloccato il risultato su un assist di Ponzo che poi ha realizzato anche il raddoppio. Nella ripresa Antonelli ha chiuso i giochi, lasciando davvero poco spazio alle possibilità di replica del Città di Valmontone”.

Ora il Rocca Priora è totalmente concentrato sull’ultima decisiva partita con la Dinamo Labico. “Sarebbe pericoloso entrare in campo con l’atteggiamento di chi ha bisogno “solo” del pareggio. Giocheremo per vincere e senza pensare all’ultimo k.o. casalingo. La Dinamo Labico è una buona squadra che ha zoppicato un po’ all’inizio e che, da neopromossa, sta cercando di togliersi dalle zone calde. Al di là di come arriveranno loro all’ultimo match, sarà fondamentale il nostro atteggiamento e la voglia di riuscire a coronare il nostro sogno” conclude Perugini.