Si è disputata al Motorland Aragon in Spagna la terza gara del campionato mondiale Supersport. In una giornata fredda e con un cielo nuvoloso, i due piloti MV Agusta Reparto Corse, Raffaele De Rosa e Federico Fuligni, sono scesi in pista in mattinata per il warm up nel quale hanno apportato gli ultimi ritocchi all’assetto delle loro MV F3 675.

De Rosa ha preso il via dalla seconda fila e Fuligni dalla quinta

In conseguenza dei risultati ottenuto ieri in Superpole, De Rosa ha preso il via dalla seconda fila e Fuligni dalla quinta, nella gara che si è disputata sulla distanza di 16 giri. De Rosa scattava bene al via e nei primi giri transitava in quinta posizione alle spalle del gruppetto di testa. Mantenendo un passo molto veloce, Raffaele si portava nel gruppo dei quattro piloti in lotta per la vittoria, controllando la gara.

A tre giri dal termine i quattro di testa iniziavano a scambiarsi le posizioni sino al giro finale, con De Rosa che tagliava il traguardo al secondo posto in volata, a soli 94 millesimi dal vincitore. Fuligni è scattato bene al via, ma in seguito non è riuscito a trovare il ritmo necessario per risalire la classifica e si è dovuto accontentare della tredicesima posizione finale.

Il prossimo appuntamento con il campionato mondiale Supersport è previsto nel weekend del 12‑14 aprile sul circuito di Assen in Olanda.
Motorland Aragon – Alcaniz – Spagna ‑ Campionato mondiale Supersport
Gara 3: 1) Krummenacher (Yamaha) – 2) De Rosa (MV Agusta) ‑ 3) Caricasulo (Yamaha) ‑ 4) Gradinger (Yamaha) ‑ 5)
Cluzel (Yamaha) – 6) Perolari (Yamaha) ……..13) Fuligni (MV Agusta)

Raffaele De Rosa

“Era importante finire la gara sul podio. Sapevo di avere il passo per stare con i primi e per puntare in alto. Qui ad Aragon il team ha portato degli aggiornamenti che mi hanno aiutato molto. Ho spinto forte dal primo all’ultimo giro e nel finale ho pensato di poter vincere, ma forse non sono lanciato sufficientemente forte sul rettilineo finale ed ho perso la volata per pochi millesimi. Ma sono comunque contento della mia gara e delle prestazioni della mia moto. Dobbiamo continuare così per puntare titolo. Un grande ringraziamento a tutto il mio team per il grande lavoro svolto qui in Spagna”.

Federico Fuligni

“Sono partito bene, ma subito al secondo giro ho rischiato di cadere per una sbandata, che mi ha fatto perdere il contatto con il gruppetto che mi precedeva. Ho incrementato il mio ritmo, ma non riuscivo a staccare forte perché la ruota posteriore mi si sollevava e non mi entravano le marce in scalata. Ho comunque stretto i denti ed ho recuperato qualche posizione concludendo al tredicesimo posto. Faccio ancora fatica a guidare come vorrei e quindi dobbiamo continuare a lavorare per permettermi di trovare un feeling migliore con questa moto. Grazie ai ragazzi del mio team che hanno lavorato molto per me”.