Gattuso sulla sfida di domani al Marassi contro la Samp

 Gattuso sulla sfida di domani al Marassi contro la Samp


Archiviato il Derby perso contro l’Inter, per il Milan di Rino Gattuso è tempo di tornare in campo, per la 29° giornata di Serie A, nella sfida contro la Samp. Quella di Marassi sarà una tappa fondamentale, per ripartire e tornare ai tre punti che permetterebbero ai rossoneri di mantenere l’attuale quarta posizione in classifica. Dopo la rifinitura, e prima della partenza per Genova, a Milanello Mister Gattuso è stato è protagonista della conferenza stampa della vigilia, trasmessa in diretta su Facebook e Milan TV.

SAMPDORIA
“Affronteremo una squadra che ci ha già messo in difficoltà quest’anno, sia in campionato che in coppa. Davanti hanno giocatori importanti, che si muovono bene, subiscono pochi gol e sono allenati da un grande allenatore. Questa settimana abbiamo lavorato bene, nonostante la grande amarezza dopo il Derby. Abbiamo dieci finali davanti a noi, ci giochiamo qualcosa di importante: non dobbiamo perdere la testa. Voglio vedere il solito Milan, che non regala niente agli avversari. Dobbiamo tornare ad essere la squadra vista negli ultimi mesi”.

DERBY
“Ho sbagliato io nel Derby a chiedere ai ragazzi la pressione alta. La squadra non era corta, abbiamo giocato in 48 metri, e non sui nostri soliti 22. Abbiamo perso una partita, che era la più importante degli ultimi anni. È stata una mazzata, ma abbiamo il dovere di guardare avanti e di raggiungere la Champions. Faremo di tutto per centrare questo obiettivo”.

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Alfredo Di Costanzo

Alfredo Di Costanzo

http://www.iltabloid.it

Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *