È andato in archivio il Gran Premio di Malesia, penultimo appuntamento di stagione, disputato sul circuito di Sepang.
I piloti del Forward Racing Team sfortunatamente non hanno brillato per risultati, ma hanno portato a termine la gara nel miglior modo possibile, battagliando ugualmente fino all’ultima curva.
Troppe le differenze riscontrate da Topan, rispetto alle moto e al campionato ai quali è abituato: il pilota indonesiano ha concluso la sua esperienza personale sul circuito malese stremato per le alte temperature e le condizioni di guida impegnative.
Anche Viñales ha faticato molto su questo tracciato: le difficoltà in frenata hanno influenzato l’intero weekend, ma lo spagnolo si è destreggiato al massimo delle sue possibilità, chiudendo in ventiquattresima posizione.
Ora è tempo di fare le valige e tornare in Europa per l’ultimo appuntamento di stagione a Valencia, sul circuito Ricardo Tormo.

Rafid Topan Sucipto – Pilota – P26
“E’ stato un weekend emozionante: tornare nel paddock del motomondiale, il sogno da quando ero bambino, regala sempre sensazioni forti.
Ringrazio il Team Forward per questa possibilità che sicuramente ricorderò sempre con piacere.
Mi spiace solo di non aver avuto la giusta preparazione fisica per potermi sentire meglio in sella e dare qualcosa in più.
Spero di avere in futuro un’altra possibilità, dove potrò dimostrare tutte le mie capacità”.

Isaac Viñales – Pilota – P24
“E’ stato un weekend difficile, abbiamo lavorato molto ma non sono riuscito a trovare il giusto feeling con la moto.
Ho guidato al massimo delle mie possibilità, soffrendo anche le condizioni climatiche, davvero impegnative.
Ora torniamo in Europa, per prepararci all’ultima gara di stagione, a Valencia, su quella che per me è una pista di casa: voglio arrivare pronto per concludere al meglio la stagione sul tracciato spagnolo”.

Giovanni Cuzari – Team Owner
“Innanzitutto voglio fare i complimenti al nostro ex pilota Luca Marini per la sua prima vittoria in carriera, davvero meritata, e a Bagnaia per la conquista del titolo mondiale, dopo una stagione davvero combattuta e entusiasmante.
Ringrazio Rafid per la disponibilità e la professionalità dimostrata in tutto il weekend: sicuramente per guidare queste moto è necessaria una preparazione fisica differente rispetto a quella del Campionato Asiatico. Pur nelle difficoltà ha portato a termine la gara, quindi non mi resta che ringraziarlo e fargli i miei complimenti.
Isaac ha avuto un weekend tormentato, dove non è riuscito a trovare il feeling giusto: ha portato a termine la gara, guidando sopra le difficoltà, con tenacia, meritando ben altri risultati.
Ora finalmente torniamo in Europa: ringrazio il calore e l’affetto del pubblico malese, oltre che tutti i nostri sponsor e partner che, anche qui, hanno fatto sentire la loro vicinanza e il loro sostegno. Sarà bello riabbracciarli tutti nell’ultimo appuntamento di Valencia tra due settimane”.