I due piloti del Ducati Team, Andrea Dovizioso e Jorge Lorenzo, sono arrivati a Sepang per la penultima gara della stagione MotoGP 2018, che si concluderà a Valencia il 18 novembre prossimo.

Il GP Shell della Malesia si corre sul Sepang International Circuit, un tracciato molto gradito ai piloti e che ha una serie di caratteristiche che lo rendono ideale per sfruttare al massimo le qualità delle moto da Gran Premio: lunghi rettilinei, pista molto larga e tante possibilità di sorpasso. Tutte le squadre sono già venute in Malesia a febbraio per i primi test ufficiali della MotoGP, e ancora una volta il caldo afoso del paese tropicale, insieme alle immancabili piogge, giocherà un ruolo importante durante l’intero fine settimana di gara.

Il Ducati Team ha vinto cinque volte a Sepang grazie a Loris Capirossi, a Casey Stoner e ad Andrea Dovizioso, che ha trionfato nelle ultime due edizioni. Dopo essere stato sostituito in Australia da Álvaro Bautista, che ha ottenuto un ottimo quarto a Phillip Island, Jorge Lorenzo ritorna in sella alla Desmosedici GP e nelle due gare restanti cercherà di finire la sua ultima stagione in Ducati nel migliore dei modi. Il tracciato malese è uno dei pochi su cui il pilota spagnolo non ha ancora vinto in MotoGP ma, con l’eccezione del ritiro nell’edizione 2008, Jorge è sempre stato tra i primi quattro sia in qualifica che in gara, ed è arrivato tre volte secondo e quattro volte terzo al traguardo.

A due gare dalla fine del campionato, Andrea Dovizioso è al secondo posto in classifica generale con 210 punti, mentre Lorenzo è in nona posizione con 130 punti.

Il programma del weekend di Sepang inizierà venerdì mattina con la prima sessione di prove libere alle 10:55 ora locale (03:55 CET) mentre la gara, sulla distanza di 20 giri, è prevista per domenica alle 15:00 (08:00 CET).

Andrea Dovizioso (Ducati Team #04) – 2° (210 punti)
“Il nostro obiettivo principale in Malesia è provare a vincere nuovamente il GP e sicuramente possiamo essere competitivi qui a Sepang, anche se questa stagione è diversa dalla scorsa per tante ragioni. La lotta per il secondo posto in campionato sta diventando sempre più interessante e Rossi è sempre molto vicino, anche se in Australia ho guadagnato qualche punto su di lui, e quindi dobbiamo rimanere concentrati perché questa è una pista dove lui è sempre andato molto forte.”

Jorge Lorenzo (Ducati Team #99) – 9° (130 punti)
“Sono passati solo otto giorni da quando sono stato operato al legamento del polso sinistro, ma mi sento un po’ meglio. Certo che l’intervento è ancora molto recente e quindi dovremo aspettare quando salirò in moto per capire come risponderà il polso e se avrò ancora molto dolore quando guido. Giovedì mi farò visitare dai medici del circuito per valutare le mie condizioni e spero di poter correre anche se non sarò al 100%. Non sono stato in grado di allenarmi per diversi giorni e il circuito di Sepang è molto impegnativo, e quindi questo non è sicuramente lo scenario migliore per tornare in pista.”

Il Circuito di Sepang
Il Circuito Internazionale di Sepang, situato a circa 50 km a sud di Kuala Lumpur, è uno dei tracciati più moderni e spettacolari al mondo. È stato costruito nel cuore di una grande area che comprende hotel, campi da golf, negozi e altri impianti sportivi. Il complesso è stato realizzato in meno di quattordici mesi e i suoi impianti rispondono ai criteri di sicurezza più elevati. Con quattro curve lente seguite da lunghi rettilinei e una decina di curve abbastanza rapide, la configurazione favorisce i sorpassi e le elevate velocità. Le gare su questo tracciato, che con cinque chilometri e mezzo è uno dei più lunghi dell’intero calendario MotoGP, si svolgono di solito con un caldo intenso, alti livelli di umidità e il rischio costante di pioggia.

Giro più veloce in gara: Pedrosa (Honda) 1:59.053 (167,6 km/h) – 2015
Record del Circuito: Lorenzo (Yamaha) 2:00.606 (165,4 km/h) – 2015
Miglior Pole: Pedrosa (Honda) 1:59.053 (167,6 km/h) – 2015
Velocità massima: Iannone (Ducati) 339,6 km/h – 2015
Lunghezza pista: 5.5 km
Lunghezza gara: 20 giri (110.9 km)
Curve: 15 (5 a sinistra, 10 a destra)
Inizio gara: 15.00 (08.00 CET)

Così nel 2017
Podio: 1° Dovizioso (Ducati); 2° Lorenzo (Ducati); 3° Zarco (Yamaha)
Pole Position: Pedrosa (Honda) 1:59.212 (167,389 km/h)
Giro più veloce: Dovizioso (Ducati) 2:13.084 (149,941 km/h)

Andrea Dovizioso
Moto: Ducati Desmosedici GP
Numero di gara: 04
Età: 32 (nato il 23 marzo 1986 a Forlimpopoli)
Residenza: Forlì (Italia)
Gare: 292 (194 x MotoGP, 49 x 250cc, 49 x 125cc)
Primo GP: 2008 Qatar (MotoGP), 2005 Spagna (250cc), 2001 Italia (125cc)
Vittorie: 20 (11 x MotoGP, 4 x 250cc, 5 x 125cc)
Prima vittoria: 2009 Gran Bretagna (MotoGP), 2006 Catalunya (250cc), 2004 Sudafrica (125cc)
Pole: 19 (6 x MotoGP, 4 x 250cc, 9 x 125cc)
Prima Pole: 2010 Giappone (MotoGP), 2006 Francia (250cc), 2003 Francia (125cc)
Titoli Mondiali: 1 (1 x 125cc)

Jorge Lorenzo
Moto: Ducati Desmosedici GP
Numero di gara: 99
Età: 31 (nato il 4 maggio 1987 a Palma di Maiorca, Spagna)
Residenza: Lugano (Svizzera)
Gare: 281 (187 x MotoGP, 48 x 250cc, 46 x 125cc)
Primo GP: 2002 Gran Premio di Spagna (125cc)
Vittorie: 68 (47 x MotoGP, 17 x 250cc, 4 x 125cc)
Prima vittoria: 2003 GP del Brasile (125cc)
Pole: 69 (43 x MotoGP, 23 x 250cc, 3 x 125cc)
Prima Pole: 2003 GP di Malesia (125cc)
Titoli Mondiali: 5 (3 x MotoGP, 2 x 250cc)