Lorenzo torna al fianco di Dovizioso a Sepang





I due piloti del Ducati Team, Andrea Dovizioso e Jorge Lorenzo, sono arrivati a Sepang per la penultima gara della stagione MotoGP 2018, che si concluderà a Valencia il 18 novembre prossimo.

Il GP Shell della Malesia si corre sul Sepang International Circuit, un tracciato molto gradito ai piloti e che ha una serie di caratteristiche che lo rendono ideale per sfruttare al massimo le qualità delle moto da Gran Premio: lunghi rettilinei, pista molto larga e tante possibilità di sorpasso. Tutte le squadre sono già venute in Malesia a febbraio per i primi test ufficiali della MotoGP, e ancora una volta il caldo afoso del paese tropicale, insieme alle immancabili piogge, giocherà un ruolo importante durante l’intero fine settimana di gara.

Il Ducati Team ha vinto cinque volte a Sepang grazie a Loris Capirossi, a Casey Stoner e ad Andrea Dovizioso, che ha trionfato nelle ultime due edizioni. Dopo essere stato sostituito in Australia da Álvaro Bautista, che ha ottenuto un ottimo quarto a Phillip Island, Jorge Lorenzo ritorna in sella alla Desmosedici GP e nelle due gare restanti cercherà di finire la sua ultima stagione in Ducati nel migliore dei modi. Il tracciato malese è uno dei pochi su cui il pilota spagnolo non ha ancora vinto in MotoGP ma, con l’eccezione del ritiro nell’edizione 2008, Jorge è sempre stato tra i primi quattro sia in qualifica che in gara, ed è arrivato tre volte secondo e quattro volte terzo al traguardo.

A due gare dalla fine del campionato, Andrea Dovizioso è al secondo posto in classifica generale con 210 punti, mentre Lorenzo è in nona posizione con 130 punti.




Il programma del weekend di Sepang inizierà venerdì mattina con la prima sessione di prove libere alle 10:55 ora locale (03:55 CET) mentre la gara, sulla distanza di 20 giri, è prevista per domenica alle 15:00 (08:00 CET).

Andrea Dovizioso (Ducati Team #04) – 2° (210 punti)
“Il nostro obiettivo principale in Malesia è provare a vincere nuovamente il GP e sicuramente possiamo essere competitivi qui a Sepang, anche se questa stagione è diversa dalla scorsa per tante ragioni. La lotta per il secondo posto in campionato sta diventando sempre più interessante e Rossi è sempre molto vicino, anche se in Australia ho guadagnato qualche punto su di lui, e quindi dobbiamo rimanere concentrati perché questa è una pista dove lui è sempre andato molto forte.”

Jorge Lorenzo (Ducati Team #99) – 9° (130 punti)
“Sono passati solo otto giorni da quando sono stato operato al legamento del polso sinistro, ma mi sento un po’ meglio. Certo che l’intervento è ancora molto recente e quindi dovremo aspettare quando salirò in moto per capire come risponderà il polso e se avrò ancora molto dolore quando guido. Giovedì mi farò visitare dai medici del circuito per valutare le mie condizioni e spero di poter correre anche se non sarò al 100%. Non sono stato in grado di allenarmi per diversi giorni e il circuito di Sepang è molto impegnativo, e quindi questo non è sicuramente lo scenario migliore per tornare in pista.”

Il Circuito di Sepang
Il Circuito Internazionale di Sepang, situato a circa 50 km a sud di Kuala Lumpur, è uno dei tracciati più moderni e spettacolari al mondo. È stato costruito nel cuore di una grande area che comprende hotel, campi da golf, negozi e altri impianti sportivi. Il complesso è stato realizzato in meno di quattordici mesi e i suoi impianti rispondono ai criteri di sicurezza più elevati. Con quattro curve lente seguite da lunghi rettilinei e una decina di curve abbastanza rapide, la configurazione favorisce i sorpassi e le elevate velocità. Le gare su questo tracciato, che con cinque chilometri e mezzo è uno dei più lunghi dell’intero calendario MotoGP, si svolgono di solito con un caldo intenso, alti livelli di umidità e il rischio costante di pioggia.

Giro più veloce in gara: Pedrosa (Honda) 1:59.053 (167,6 km/h) – 2015
Record del Circuito: Lorenzo (Yamaha) 2:00.606 (165,4 km/h) – 2015
Miglior Pole: Pedrosa (Honda) 1:59.053 (167,6 km/h) – 2015
Velocità massima: Iannone (Ducati) 339,6 km/h – 2015
Lunghezza pista: 5.5 km
Lunghezza gara: 20 giri (110.9 km)
Curve: 15 (5 a sinistra, 10 a destra)
Inizio gara: 15.00 (08.00 CET)

Così nel 2017
Podio: 1° Dovizioso (Ducati); 2° Lorenzo (Ducati); 3° Zarco (Yamaha)
Pole Position: Pedrosa (Honda) 1:59.212 (167,389 km/h)
Giro più veloce: Dovizioso (Ducati) 2:13.084 (149,941 km/h)

Andrea Dovizioso
Moto: Ducati Desmosedici GP
Numero di gara: 04
Età: 32 (nato il 23 marzo 1986 a Forlimpopoli)
Residenza: Forlì (Italia)
Gare: 292 (194 x MotoGP, 49 x 250cc, 49 x 125cc)
Primo GP: 2008 Qatar (MotoGP), 2005 Spagna (250cc), 2001 Italia (125cc)
Vittorie: 20 (11 x MotoGP, 4 x 250cc, 5 x 125cc)
Prima vittoria: 2009 Gran Bretagna (MotoGP), 2006 Catalunya (250cc), 2004 Sudafrica (125cc)
Pole: 19 (6 x MotoGP, 4 x 250cc, 9 x 125cc)
Prima Pole: 2010 Giappone (MotoGP), 2006 Francia (250cc), 2003 Francia (125cc)
Titoli Mondiali: 1 (1 x 125cc)

Jorge Lorenzo
Moto: Ducati Desmosedici GP
Numero di gara: 99
Età: 31 (nato il 4 maggio 1987 a Palma di Maiorca, Spagna)
Residenza: Lugano (Svizzera)
Gare: 281 (187 x MotoGP, 48 x 250cc, 46 x 125cc)
Primo GP: 2002 Gran Premio di Spagna (125cc)
Vittorie: 68 (47 x MotoGP, 17 x 250cc, 4 x 125cc)
Prima vittoria: 2003 GP del Brasile (125cc)
Pole: 69 (43 x MotoGP, 23 x 250cc, 3 x 125cc)
Prima Pole: 2003 GP di Malesia (125cc)
Titoli Mondiali: 5 (3 x MotoGP, 2 x 250cc)



Alfredo Di Costanzo
Informazioni su Alfredo Di Costanzo 5293 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*