Il Gran Premio di Australia, disputato quest’oggi sul circuito di Phillip Island, ha visto scendere in griglia di partenza un solo pilota del Team Forward, dopo il forfait di Stefano Manzi, che ha dovuto arrendersi per il troppo dolore e la poca mobilità del polso sinistro, dovuti dalla caduta di ieri nelle Qualifiche Ufficiali.

Al via Isaac Viñales ha stretto i denti, nonostante anche lui accusasse dolore alla spalla battuta ieri nelle libere del mattino, quando è caduto, non riuscendo a evitare un pilota scivolato davanti a sé. Purtroppo per lui la gara è durata solo pochi giri, vedendosi costretto al ritiro, non riuscendo a guidare, sollecitato dalle fatiche della gara.

Per il Team Forward non resta altro che tirare le somme di questo weekend davvero sfortunato e valutare accuratamente le condizioni dei propri piloti, in vista della prossima gara in Malesia, che si svolgerà tra una settimana, presso il circuito di Sepang.

Stefano Manzi – Pilota – DNS
“Sono davvero molto dispiaciuto per non aver preso parte alla gara. Ieri, nonostante tutto, avevo conquistato la mia miglior qualifica di quest’anno e, per questo, ci tenevo a correre per provare a ottenere un buon risultato su questa pista che mi piace molto. Ho provato a girare nel Warm Up, ma il polso si è gonfiato subito e avevo poca mobilità, oltre che tanto dolore. Domani andremo a Melbourne dove, con una risonanza magnetica, faremo ulteriori accertamenti”.

Isaac Viñales – Pilota – DNF
“Ho provato a gareggiare, nonostante già stamattina non fossi riuscito a completare tutto il Warm Up. Il dolore alla spalla è poi aumentato dopo pochi giri e non riuscivo

più a guidare. E’ stato un altro weekend negativo: ora vediamo di recuperare il più possibile in vista della gara in Malesia di domenica prossima”.

Giovanni Cuzari – Team Owner
“E’ stato un weekend veramente sfortunato: Isaac, caduto ieri al mattino, ha picchiato forte la spalla e, nonostante abbia provato a partire oggi, si è poi dovuto fermare dopo pochi giri perché il dolore era troppo forte.

Stefano, invece, nonostante la sua miglior qualifica stagionale, ieri è stato protagonista di un high side dove si è fatto male al polso sinistro e non riuscendo oggi a prendere parte alla gara. Domani dovrà sottoporsi ad ulteriori accertamenti presso l’ospedale di Melbourne, per valutare la sua condizione fisica.

Purtoppo le trasferte extraeuropee, finora, non ci hanno portato bene; ci riproveremo in Malesia, forti del costante supporto di tutti i nostri sponsor e partner, a quali va il mio ringraziamento”.