ANDREA DESMODOVI 9,5: Fine settimana quasi perfetto per il forlivese. La pole position e la vittoria, però, a mio avviso non sono sufficienti per dargli il voto massimo, perché bisogna essere campioni anche nel dopo gara. Vedere la “scenetta” con il compagno di squadra a moto ferme. La superbia va a cavallo e torna a piedi…

 

JORGE LORENZO 9: Al maiorchino è mancato quel piccolo dettaglio che fa la differenza tra una buona gara ed un trionfo. Bene al traguardo ma è pur vero che il secondo, specie se con la stessa moto, è il primo degli sconfitti. Comunque Jorge c’è!

 

MARC MARQUEZ 8,5: Ad inizio gara è sembrato un gatto che gioca con i topolini in attesa di stecchirli uno ad uno. Purtroppo per lui le Ducati si sono rivelate dei pit bull affamati ed è stato costretto, si fa per dire, ad accontentarsi. Una terza piazza che gli permette di allungare in classifica. Cinico!

 

VALENTINO ROSSI 7,5: In una gara dove i primi non commettono errori, lui non riesce a fare la differenza. Vince il duello con Crutchlow, ma perde punti preziosi contro il rivale per il titolo, anche quando quest’ultimo non raccoglie il massimo. La Yamaha avrà anche i suoi problemi ma le sue cure non sortiscono alcun effetto. Imbambolato!

 

CAL CRUTCHLOW 7,5: E’ il primo privato al traguardo e per alcune tornate è stato il più veloce. Pretendere di più, sinceramente, non è lecito. Bravo!

 

DUCATI: Vince dopo 9 anni su una pista ostica. Missile!

 

HONDA: Sotto attacco.

 

YAMAHA: Bambolina imbambolata.

 

SUZUKI: Attrici non protagoniste.

 

KTM  e APRILIA: Chi le ha viste?

 

GARA: Sarà stata la calura o la stanchezza prima delle vacanze ma l’ho trovata noiosetta.